Concerto di Natale nell'Aula del Senato - XXII edizione Presidente Casellati: "Omaggio all'italianità"

Martedì
19:29:43
Dicembre
18 2018

Concerto di Natale nell'Aula del Senato - XXII edizione Presidente Casellati: "Omaggio all'italianità"

View 3.0K

word 419 read time 2 minutes, 5 Seconds

Il 70° anniversario dall'entrata in vigore della Costituzione, i 100 anni dalla fine della Prima guerra mondiale, il 150° anniversario della scomparsa di Gioachino Rossini. Il Concerto di Natale nell'Aula del Senato, il primo della XVIII Legislatura, ha rappresentato innanzitutto "un omaggio al filo conduttore di questo straordinario percorso: l'italianità", come ha detto il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati. "Un valore assoluto, declinato in maniera universale attraverso l'Opera, da sempre principale forma di espressione della lingua e della cultura italiana. Promuovere l'italianità - ha detto il Presidente Casellati nel suo breve saluto, rivolgendosi al Presidente della Repubblica Mattarella presente in Aula e facendo gli auguri a tutti gli italiani in ascolto su Rai 1 - significa riconoscerne l'unicità, tramandarla e metterla a disposizione di tutti, a partire dalle nuove generazioni".

"Nuove generazioni" che erano rappresentate oggi a Palazzo Madama - importante novità nella tradizione dell'evento giunto alla XXII edizione - dalle atlete e dagli atleti azzurri che hanno portato il Tricolore sul podio olimpico e di importanti competizioni sportive nel corso degli ultimi anni.

Dopo l'inno nazionale "Fratelli d'Italia" e l'inno europeo, l'Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai - diretta dal Maestro Fabio Luisi, con la partecipazione del Soprano Ekaterina Bakanova - ha eseguito brani da opere di Gioachino Rossini (Il signor Bruschino, La Cenerentola, Il barbiere di Siviglia), Wolfgang Amadeus Mozart (Exsultate, jubilate, KV 165) Pietro Mascagni (Cavalleria rusticana), Giuseppe Verdi (Otello).

In Aula, oltre al Capo dello Stato, erano presenti il Segretario di Stato di Sua Santità Cardinale Pietro Parolin, il Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte, il Presidente della Corte Costituzionale, Giorgio Lattanzi, il Prefetto emerito della Congregazione per i Vescovi Cardinale Giovanni Battista Re, la Vice Presidente della Camera dei deputati, Maria Edera Spadoni, il Senatore Questore Antonio De Poli. Al termine del Concerto, le autorità hanno incontrato gli artisti in Sala Pannini.

Milly Carlucci ha condotto la diretta di Rai 1. L'organizzazione è stata curata da Rai Cultura.

L'incasso della vendita dei biglietti sarà devoluto in beneficenza.

Prima del Concerto, il Capo dello Stato e il Presidente del Senato hanno potuto ammirare, in una sala attigua all'Aula, quattro presepi allestiti per l'occasione: una Natività realizzata con sabbia proveniente da Jesolo, opera dell'artista Ilya Filimontsev, il Presepe realizzato da maestri e ragazzi dell'Istituto penale per minorenni di Nisida, una Natività in stile '700 napoletano realizzata dal Maestro Marco Ferrigno di Napoli, il Presepe realizzato dal Maestro Raffaele Bosello (per concessione dell'Associazione Italiana Amici del Presepio).

Source by Rockitalia


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Concerto...lianità"