Martedì
17:39:56
Novembre
29 2022

A Palazzo Tursi arriva #lasediarossa contro la violenza di genere

Un’installazione artistica personalizzata da Enzo Dente e un monologo teatrale dedicato a Jennifer Zacconi, vittima di femminicidio

View 5.2K

word 311 read time 1 minute, 33 Seconds

Genova - #Lasediarossa, simbolo della lotta alla violenza sulle donne, è arrivata oggi nel Salone di Rappresentanza di Palazzo Tursi dove è stata installata nel corso di un evento al quale hanno partecipato Francesca Corso, assessore Pari Opportunità del Comune Irene Mercuri, consigliera di parità supplente di Regione, Alessandra Volpe, consigliera di parità di Città Metropolitana e Simona Firpo presidente FIDAPA BPW- sez. Genova.

L’iniziativa è nata dal progetto di Deborah Riccelli, Gabriella De Filippis e Ivano Malcotti e prevede l’adozione da parte di Comuni, enti e associazioni private di una sedia rossa, ciascuna personalizzata da artisti di fama nazionale con l’obiettivo di promuovere una campagna di sensibilizzazione contro la violenza di genere. Ogni installazione è inaugurata dal monologo teatrale dal titolo “L’avrei chiamata Elena”, scritto e interpretato da Deborah Riccelli e dedicato alla memoria di Jennifer Zacconi, vittima di femminicidio insieme al bimbo che portava in grembo.

#Lasediarossa di Palazzo Tursi è stata personalizzata dall’artista Enzo Dente ed è la sesta nel territorio della città metropolitana di Genova. «Un momento importante, per promuovere la campagna di sensibilizzazione su un tema di grande rilevanza sociale come la violenza di genere - afferma l’assessore alle Pari opportunità Francesca Corso – L’adozione, da parte del Comune, della sedia-simbolo della lotta contro la violenza sulle donne trasmette a tutti coloro che frequentano i luoghi pubblici e istituzionali un messaggio potente: il fenomeno della violenza deve essere combattuto sempre, ogni giorno e in ogni circostanza».

Ecco gli artisti che hanno dipinto le dieci sedie rosse ospitate in diversi comuni liguri, biblioteche e associazioni: Marinella Albora, Gino Arcidiacono, Federica Barcellona, Elena Boschieri, Giusy Chiolo, Nicola Coraci, Enzo Dente, Elisabetta Lodoli, Nicola Soriani, Ivo Vassallo. / Comune di Genova - Silvia Stefani

Source by Redazione


LSNN is an independent publisher that relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources. LSNN is the longest-lived portal in the world, thanks to the commitment we dedicate to the promotion of authors and the value given to important topics such as ideas, human rights, art, creativity, the environment, entertainment, Welfare, Minori, on the side of freedom of expression in the world «make us a team» and we want you to know that you are precious!

Dissemination* is the key to our success, and we've been doing it well since 1999. Transparent communication and targeted action have been the pillars of our success. Effective communication, action aimed at exclusive promotion, has made artists, ideas and important projects take off. Our commitment to maintain LSNN is enormous and your contribution is crucial, to continue growing together as a true team. Exclusive and valuable contents are our daily bread. Let us know you are with us! This is the wallet to contribute.

*Dissemination is the process of making scientific and technical information accessible to a non-specialist public. This can come through various forms, such as books, articles, lectures, television programs and science shows.


Similar Articles / A Palazz...di genere
from: ladysilvia
by: rosario_tiso