Risposte alle domande su Virus, COVID,SARS-CoV-2 e Vaccini, Anziani e Bambini

Venerdì
15:52:47
Luglio
23 2021

Risposte alle domande su Virus, COVID,SARS-CoV-2 e Vaccini, Anziani e Bambini

View 739

word 3.9K read time 19 minutes, 25 Seconds

Abbiamo fatto questa domanda scritta nei motori di ricerca e sono arrivate le risposte in modo diretto e semplice.

Ricerca della parole VIRUS: certo prima di tutto è necessario definire questo termine.

Definizione di Virus
Un virus è un parassita intracellulare obbligato, cioè capace di vivere e riprodursi solo all'interno di cellule viventi.

Virus (biologia)

Un virus (dal latino vīrus, "veleno") è un'entità biologica con caratteristiche di parassita obbligato, in quanto si replica esclusivamente all'interno delle cellule degli organismi. I virus possono infettare tutte le forme di vita, dagli animali, alle piante, ai microrganismi (compresi altri agenti infettanti come i batteri) e anche altri virus.

Quando non si trovano nella fase dell'infezione o all'interno di una cellula infetta, i virus esistono in forma di particelle indipendenti e inattive. Queste particelle virali, note anche come virioni, sono costituite da due o tre parti: (I) il materiale genetico costituito da DNA o RNA, lunghe molecole che trasportano le informazioni genetiche; (II) un rivestimento proteico, chiamato capside, che circonda e protegge il materiale genetico; e in alcuni casi (III) una sacca di lipidi che circonda il rivestimento proteico quando sono fuori dalla cellula. I virioni possono avere forme semplici, elicoidali e icosaedriche, ma anche architetture più complesse. La maggior parte dei virus possiede virioni che sono troppo piccoli per essere visti con un microscopio ottico. In media il virione ha una dimensione di circa un centesimo della dimensione media di un batterio.

Nel 1892 Dmitri Ivanovsky descrisse in un articolo un agente patogeno non batterico in grado di infettare le piante di tabacco, da cui nel 1898 Martinus Beijerinck scoprì il virus del mosaico del tabacco. Da allora, circa 5 000 specie di virus sono state descritte in dettaglio, anche se si ritiene che ve ne siano milioni. I virus si trovano in quasi tutti gli ecosistemi della Terra e rappresentano l'entità biologica più abbondante in assoluto. La disciplina che si occupa dello studio dei virus è nota come virologia, una sub-specialità della microbiologia.

Quando non si trovano nella fase dell'infezione o all'interno di una cellula infetta, i virus esistono in forma di particelle indipendenti e inattive. Queste particelle virali, note anche come virioni, sono costituite da due o tre parti: (I) il materiale genetico costituito da DNA o RNA, lunghe molecole che trasportano le informazioni genetiche; (II) un rivestimento proteico, chiamato capside, che circonda e protegge il materiale genetico; e in alcuni casi (III) una sacca di lipidi che circonda il rivestimento proteico quando sono fuori dalla cellula. I virioni possono avere forme semplici, elicoidali e icosaedriche, ma anche architetture più complesse. La maggior parte dei virus possiede virioni che sono troppo piccoli per essere visti con un microscopio ottico. In media il virione ha una dimensione di circa un centesimo della dimensione media di un batterio.

Le origini dei virus non sono chiare: possono essersi evoluti dai plasmidi, o dai trasposoni e retrotrasposoni, o come prodotti di degradazione del DNA cellulare, o ancora durante la fase del mondo a RNA, cioè prima dell'origine della vita. L'evoluzione per i virus è un importante mezzo di trasferimento genico orizzontale, il che aumenta la loro diversità genetica. I virus sono considerati da alcuni biologi come una forma di vita, poiché sono possessori di materiale genetico, si riproducono e si evolvono attraverso la selezione naturale. Tuttavia, sono privi di alcune importanti caratteristiche, come la struttura delle cellule e un metabolismo. Poiché possiedono alcune, ma non tutte le caratteristiche, i virus sono stati spesso descritti come "organismi ai margini della vita".

I virus si sviluppano in molti modi: quelli delle piante vengono spesso trasmessi da pianta a pianta per mezzo degli insetti che si nutrono della loro linfa, come ad esempio gli afidi; negli animali possono essere trasportati da insetti succhiatori di sangue. Questi organismi sono noti come vettori. I virus influenzali si diffondono attraverso la tosse e gli starnuti. I norovirus e i rotavirus, comuni cause di gastroenterite virale, sono trasmessi per via oro-fecale e sono passati da persona a persona attraverso il contatto, entrando nel corpo con il cibo e le bevande. L'HIV è uno dei numerosi virus trasmessi attraverso il contatto sessuale e dall'esposizione a sangue infetto. La gamma di cellule ospiti che un virus può infettare si chiama il suo "ospite". Alcuni virus sono in grado di infettare solo pochi ospiti, altri invece sono in grado di infettarne molti.

Classificazione scientifica

Dominio #Acytota - Acytota o Aphanobionta, secondo alcuni paleontologi dell'Universitá di Washington, è un Impero tassonomico, ovvero un taxon biologico che include quelle forme di vita che esistono senza possedere una struttura cellulare (“forma di vita non cellulare” o “acitota”):il corrispondente Impero degli organismi cellulari dovrebbe quindi chiamarsi Cytota. l'Impero è un taxon di rango superiore al Dominio, che può essere considerato un superdominio o imperium o impero.

Gruppi I-VII
I: Virus a dsDNA
II: Virus a ssDNA
III: Virus a dsRNA
IV: Virus a ssRNA+
V: Virus a ssRNA-
VI: Retrovirus a ssRNA
VII: Retrovirus a dsDNA

fonte:https://it.wikipedia.org/wiki/Virus_(biologia)

È doveroso avere almeno questi dati di base, per poter distinguere meglio paroloni e pensieri che talvolta hanno poco a che vedere con la realtà concordata.

Domande comuni

Come si puo' uccidere il coronavirus? L'utilizzo di semplici disinfettanti è in grado di uccidere il virus annullando la sua capacità di infettare le persone, per esempio disinfettanti contenenti alcol (etanolo) al 75% o a base di cloro all'0,5% (candeggina).17 mar 2020

Covid-19, virus vive nella saliva: limitati i contagi da superfici

http://www.salute.gov.it › portale › news

Che differenza c'è fra COVID-19 e SARS-CoV-2?

La sindrome respiratoria acuta grave Coronavirus-2 (SARS-CoV-2) è il nome dato al nuovo coronavirus del 2019. COVID-19 è il nome dato alla malattia associata al virus. SARS-CoV-2 è un nuovo ceppo di coronavirus che non è stato precedentemente identificato nell'uomo.

Quali sono i principali sintomi del COVID-19?

I sintomi di #COVID-19 variano sulla base della gravità della malattia, dall'assenza di sintomi (essere asintomatici) a presentare febbre, tosse, mal di gola, debolezza, affaticamento e dolore muscolare.

Qual è la principale modalità di trasmissione del COVID-19?

#SARS-CoV2 viene trasmesso principalmente tramite droplet e aerosol da una persona infetta quando starnutisce, tossisce, parla o respira e si trova in prossimità di altre persone.

Quanto dura il periodo infettivo di una persona con la malattia da coronavirus?

Il periodo infettivo può iniziare uno o due giorni prima della comparsa dei sintomi, ma è probabile che le persone siano più contagiose durante il periodo sintomatico, anche se i sintomi sono lievi e molto aspecifici. Si stima che il periodo infettivo duri 7-12 giorni nei casi moderati e in media fino a due settimane nei casi gravi.

Il nuovo coronavirus è paragonabile al virus dell’influenza stagionale?

No, i virus che causano sia COVID-19 che l'influenza stagionale vengono trasmessi da persona a persona e possono causare sintomi simili, ma i due virus sono molto diversi e non si comportano allo stesso modo.

L'ECDC (il Centro Europeo per il Controllo delle Malattie) stima che ogni anno nell'UE, nel Regno Unito, in Norvegia, Islanda e Liechtenstein muoiano prematuramente tra le 15.000 e le 75.000 persone per complicanze dell'influenza stagionale. Si tratta di circa 1 persona su 1.000 infette. Nonostante il tasso di mortalità per influenza stagionale sia relativamente basso, le persone che muoiono per influenza sono molte perché ogni anno un numero elevato di persone contraggono la malattia.

Il nuovo coronavirus che causa COVID-19 è lo stesso della SARS?

No, il nuovo coronavirus (ora denominato SARS-CoV-2 e già denominato 2019-nCoV) appartiene alla stessa famiglia di virus della Sindrome Respiratoria Acuta Grave (SARS) ma non è lo stesso virus.

È vero che gli anziani sono più a rischio al COVID-19?

Tutti possono contrarre l’infezione ma le persone anziane che soffrono di una o più malattie pregresse hanno più probabilità di sviluppare sintomi e complicanze gravi in caso di contagio con Sars-CoV-2.

Dedicato a

In caso di sintomi o dubbi sul COVID-19 a chi mi posso rivolgere?

In caso di sintomi o dubbi, rimani in casa, non recarti al pronto soccorso o presso gli studi medici ma chiama al telefono il tuo medico di famiglia, il tuo pediatra o la guardia medica. Oppure chiama il numero verde regionale.

Il COVID-19 puo' causare problemi al gusto e all'olfatto in certi casi?

Perdita improvvisa dell'olfatto (anosmia) o diminuzione dell'olfatto (iposmia), perdita del gusto (ageusia) o alterazione del gusto (disgeusia) sono stati riconosciuti come sintomi di COVID-19.8 apr 2021

Cosa fare se si ha il sospetto di avere il COVID-19?

Contattare il 112 oppure il 118 soltanto se strettamente necessario. In caso di sintomi o dubbi, rimani in casa, non recarti al pronto soccorso o presso gli studi medici ma chiama al telefono il tuo medico di famiglia, il tuo pediatra o la guardia medica.

Come proteggersi dal nuovo coronavirus

Dove si deve tenere un metro di distanza per prottegersi dal coronavirus?

Attività di ristorazione e bar e' consentita solo se il gestore garantisce distanza interpersonale di almeno un metro. In caso di violazione, l'attività verrà sospesa.

Nei negozi a un metro di distanza Il gestore deve garantire anche qui la distanza di protezione di almeno un metro tra i frequentatori e accessi contingentati.

Come disinfettare le mani per eliminare il nuovo coronavirus?

Per disinfettare e detergere le mani ed eliminare il virus eventualmente presente si può utilizzare il lavaggio con acqua e sapone per 40-60 secondi, avendo cura di strofinarle bene e in ogni parte: spazi fra le dita, dorso e palmo, unghie, senza dimenticare il polso, anch'esso generalmente esposto agli agenti esterni.9 apr 2020

Covid-19, disinfettanti e detergenti: modalità d'uso e percentuali di efficacia per l'utilizzo domestico

Cosa significa lf fase 2 coronavirus?

"Prudenza e responsabilità, non è tutto finito" Alla vigilia della fase 2, che avvierà un graduale allentamento del lockdown contro il coronavirus, il ministro della Salute Roberto Speranza mette in guardia il Paese con queste parole: “Non vorrei che passasse il messaggio che tutto sia stato risolto.3 mag 2020

Fase 2, Speranza: "Prudenza e responsabilità, non è tutto finito"

Quando bisogna indossare la mascherina durante la pandemia del COVID-19?

È obbligatorio avere sempre con sé le mascherine. Queste dovranno essere indossate:

  • nei luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private
  • negli ambienti sanitari secondo i protocolli in essere
  • in tutti i mezzi di trasporto pubblico

A partire dal 28 giugno, nelle regioni in zona bianca, non è più obbligatorio indossare mascherine nei luoghi all’aperto, salvo i contesti in cui si creino le condizioni per un assembramento (es: mercati, fiere, code, ecc.…)

Come proteggersi dal nuovo coronavirus

Qual è il periodo di incubazione del COVID-19?

Il periodo di incubazione per COVID-19 (cioè il tempo che intercorre tra l'esposizione al virus e l'insorgenza dei sintomi) è attualmente stimato tra uno e 14 giorni.

Come si elimina il COVID-19 dalle superfici?

L'utilizzo di semplici disinfettanti è in grado di uccidere il virus annullando la sua capacità di infettare le persone, per esempio disinfettanti contenenti alcol (etanolo) al 75% o a base di cloro all'0,5% (candeggina).17 mar 2020

Covid-19, virus vive nella saliva: limitati i contagi da superfici

Anche i bambini sono a rischio di infezione e qual è il loro potenziale ruolo nella trasmissione del virus?

I bambini sono spesso asintomatici o presentano sintomi lievi di COVID-19 e hanno un rischio molto inferiore rispetto agli adulti di sviluppare forme gravi di malattia. Tuttavia, l’infezione in alcuni casi può comportare lo sviluppo di complicanze o forme cliniche peculiari. Ecco perché va comunque posta molta attenzione quando i bambini manifestano i sintomi dell’infezione, soprattutto se con meno di un anno di età e in presenza di condizioni patologiche preesistenti.

Non è ancora nota la capacità dei bambini, prevalentemente asintomatici, di trasmettere SARS-CoV-2 rispetto agli adulti.

Qual è la distanza da mantenere per proteggersi dal coronavirus?

Mantieni almeno un metro di distanza dalle altre persone, in particolare quando tossiscono o starnutiscono o hanno la febbre, perché il virus è contenuto nelle goccioline di saliva e può essere trasmesso a distanza ravvicinata.

Coronavirus, i comportamenti da seguire e i numeri verdi regionali

http://www.governo.it › coronavirus-dieci-regoleCerca:

L' utilizzo mascherine protegge dal coronavirus?

L'uso di mascherine facciali in pubblico può servire come mezzo di controllo per ridurre la diffusione dell'infezione nella comunità minimizzando l'escrezione di goccioline respiratorie da individui infetti che non hanno ancora sviluppato sintomi o che rimangono asintomatici.16 apr 2020

Covid-19, il Report ECDC sull'uso delle mascherine facciali nella comunità

http://www.salute.gov.it › portale › nuovocoronavirus ›

Cosa bisogna fare al termine della quarantena per il COVID-19 per rientrare al lavoro?

Al termine del periodo di quarantena, se non sono comparsi sintomi, la persona può rientrare al lavoro ed il periodo di assenza risulta coperto dal certificato.

Qualora durante il periodo di quarantena la persona dovesse sviluppare sintomi, il Dipartimento di Sanità Pubblica, che si occupa della sorveglianza sanitaria, provvederà all’esecuzione del tampone per la ricerca di SARS-CoV-2. In caso di esito positivo dello stesso bisognerà attendere la guarigione clinica ed eseguire un test molecolare dopo almeno 3 giorni senza sintomi. Se il test molecolare risulterà negativo la persona potrà tornare al lavoro, altrimenti proseguirà l’isolamento.

Cosa sapere su test, tracciamento, quarantena

Un “contatto stretto” di caso confermato COVID-19 può evitare o finire prima la quarantena se risulta negativo al test?

No. Nel caso in cui si venga identificati come “contatto stretto” di caso confermato COVID-19, nessun test con esito negativo permette di essere esonerati dal sottoporsi ad un periodo di quarantena nei 10 giorni dall’ultima esposizione con un test antigenico o molecolare negativo effettuato a partire dal decimo giorno.

Cosa sapere su test, tracciamento, quarantena

Che differenza c'è tra quarantena, sorveglianza attiva e isolamento nel caso del COVID-19?

Quarantena e isolamento sono importanti misure di salute pubblica attuate per evitare l’insorgenza di ulteriori casi secondari dovuti a trasmissione di SARS-CoV-2 e per evitare di sovraccaricare il sistema ospedaliero.

La quarantena si attua ad una persona sana (contatto stretto) che è stata esposta ad un caso COVID-19, con l’obiettivo di monitorare i sintomi e assicurare l’identificazione precoce dei casi.

L’isolamento consiste nel separare quanto più possibile le persone affette da COVID-19 da quelle sane al fine di prevenire la diffusione dell’infezione, durante il periodo di trasmissibilità.

La sorveglianza attiva è una misura durante la quale l'operatore di sanità pubblica provvede a contattare quotidianamente, per avere notizie sulle condizioni di salute, la persona in sorveglianza.

Cosa sapere su test, tracciamento, quarantena

Chi si deve contattare se si hanno sintomi da coronavirus?

Contattare il 112 oppure il 118 soltanto se strettamente necessario. In caso di sintomi o dubbi, rimani in casa, non recarti al pronto soccorso o presso gli studi medici ma chiama al telefono il tuo medico di famiglia, il tuo pediatra o la guardia medica.

Home / Covid-19 - Numeri verdi regionali

Quali sono i sintomi di una persona con COVID-19?

I sintomi più comuni di COVID-19 sono:

  • febbre ≥ 37,5°C e brividi
  • tosse di recente comparsa
  • difficoltà respiratoria
  • perdita improvvisa dell’olfatto (anosmia) o diminuzione dell'olfatto (iposmia), perdita del gusto (ageusia) o alterazione del gusto (disgeusia)
  • naso che cola
  • mal di gola
  • diarrea (soprattutto nei bambini).

Quali sono alcuni sintomi del COVID-19?

Perdita improvvisa dell'olfatto (anosmia) o diminuzione dell'olfatto (iposmia), perdita del gusto (ageusia) o alterazione del gusto (disgeusia) sono stati riconosciuti come sintomi di COVID-19. Altri sintomi meno specifici possono includere cefalea, brividi, mialgia, astenia, vomito e/o diarrea.

Quanto dura il periodo infettivo di una persona con la malattia da coronavirus?

Il periodo infettivo può iniziare uno o due giorni prima della comparsa dei sintomi, ma è probabile che le persone siano più contagiose durante il periodo sintomatico, anche se i sintomi sono lievi e molto aspecifici. Si stima che il periodo infettivo duri 7-12 giorni nei casi moderati e in media fino a due settimane nei casi gravi.

L’infezione da nuovo coronavirus può essere contratta da un caso che non presenta sintomi (asintomatico)?

Sì, le persone infette possono trasmettere il virus sia quando presentano sintomi che quando sono asintomatiche. Ecco perché è importante che tutte le persone positive siano identificate mediante test, isolate e, a seconda della gravità della loro malattia, ricevano cure mediche. Anche le persone confermate ma asintomatiche devono essere isolate per limitare contatti con gli altri. Queste misure interrompono la catena di trasmissione del virus.

Ecco perché è sempre importante osservare le misure di prevenzione precedentemente descritte (distanziamento fisico, utilizzo della mascherina, lavaggio frequente delle mani).

Come si puo' uccidere il coronavirus?

L'utilizzo di semplici disinfettanti è in grado di uccidere il virus annullando la sua capacità di infettare le persone, per esempio disinfettanti contenenti alcol (etanolo) al 75% o a base di cloro all'0,5% (candeggina).17 mar 2020

Covid-19, virus vive nella saliva: limitati i contagi da superfici

A Chi Rivolgersi in caso di sintomi influenzali?

In caso di sintomi o dubbi, rimani in casa, non recarti al pronto soccorso o presso gli studi medici ma chiama al telefono il tuo medico di famiglia, il tuo pediatra o la guardia medica. Oppure chiama il numero verde regionale

Il nuovo coronavirus è paragonabile al virus dell’influenza stagionale?

No, i virus che causano sia COVID-19 che l'influenza stagionale vengono trasmessi da persona a persona e possono causare sintomi simili, ma i due virus sono molto diversi e non si comportano allo stesso modo.

L'ECDC (il Centro Europeo per il Controllo delle Malattie) stima che ogni anno nell'UE, nel Regno Unito, in Norvegia, Islanda e Liechtenstein muoiano prematuramente tra le 15.000 e le 75.000 persone per complicanze dell'influenza stagionale. Si tratta di circa 1 persona su 1.000 infette. Nonostante il tasso di mortalità per influenza stagionale sia relativamente basso, le persone che muoiono per influenza sono molte perché ogni anno un numero elevato di persone contraggono la malattia.

Chi dovrebbe vaccinarsi prima per il COVID-19?

Tutti gli Stati membri hanno contemporaneamente accesso ai vaccini anti COVID-19 in base al numero di abitanti.

La maggior parte dei paesi ha definito i gruppi prioritari e sta ulteriormente chiarendo chi dovrebbe vaccinarsi in precedenza all'interno di tali gruppi, ad esempio gli anziani di età superiore agli 80 anni. L'ECDC ha pubblicato una panoramica dello stato di avanzamento dei piani e delle strategie di vaccinazione nei paesi UE/SEE e nel Regno Unito e sta anche portando avanti attività di modellizzazione per sostenere gli Stati membri nella definizione dei gruppi prioritari.

Domande e risposte - La vaccinazione anti COVID-19 nell'UE

https://ec.europa.eu › safe-covid-19-vaccines-europeansCerca: Chi dovrebbe vaccinarsi prima per il COVID-19?È necessario che gli anziani siano vaccinati per il COVID-19? Il vaccino anti Covid-19 - Le persone anziane a causa dell'età e della frequente presenza di più patologie concomitanti sono soggetti a maggior rischio di complicanze e di sviluppare forme severe di Covid-19 in caso di contagio con il virus Sars-CoV-2. Per questo è importante che si vaccinino contro questo virus.

Home / Covid-19 - Anziani e persone fragili

http://www.salute.gov.it › portale › nuovocoronavirus › d...Cerca: È necessario che gli anziani siano vaccinati per il COVID-19?Qual è l'app promossa dal Ministero della Salute per il tracciamento dei contatti di coronavirus? Per aiutare ad evitare la diffusione di nuovi focolai da Covid-19, è possibile scaricare sul proprio smartphone Immuni, l'app promossa dal Ministero della Salute per il tracciamento dei contatti (contact tracing).6 ott 2020

App Immuni | www.governo.it

http://www.governo.it › approfondimento › immuniCerca: Qual è l'app promossa dal Ministero della Salute per il tracciamento dei contatti di coronavirus?Come eliminare il nuovo coronavirus dai pavimenti? L'utilizzo di disinfettanti ad esempio contenenti alcol al 70% o a base di cloro allo 0,1% (candeggina) è sufficiente ad uccidere il virus annullando la sua capacità di infettare le persone.2 apr 2020

Covid-19, occhio alle bufale

http://www.salute.gov.it › portale › newsCerca: Come eliminare il nuovo coronavirus dai pavimenti?E' possibile venire infettati dal coronavirus dagli animali domestici? L'attuale diffusione del Covid-19 è il risultato della trasmissione da uomo a uomo. Ad oggi, non ci sono prove che gli animali da compagnia possano diffondere il virus.4 apr 2020

Animali d'affezione e coronavirus

http://www.salute.gov.it › portale › newsCerca:

  1. E' possibile venire infettati dal coronavirus dagli animali domestici?
  2. Le persone immunodepresse sono più a rischio di contrarre l'infezione da COVID-19?

Sì, i soggetti affetti da immunodeficienze (congenite o secondarie, riceventi un trapianto di organo solido o cellule staminali emopoietiche, affetti da malattie autoimmuni in trattamento con farmaci ad azione immuno-soppressiva), così come quelli affetti da patologie oncologiche o onco-ematologiche, sono soggetti particolarmente a rischio in caso d'infezione da virus respiratori, sia per quanto riguarda la morbilità (sviluppo di quadri d'infezione gravi, inclusi polmonite e rischio di insufficienza respiratoria) che per quanto riguarda la mortalità.

I vaccini anti COVID-19 sono sicuri?

La sicurezza è un requisito fondamentale affinché qualsiasi vaccino possa essere immesso sul mercato dell'UE. Prima di essere messo a disposizione per l'acquisto e l'uso, qualsiasi vaccino candidato anti COVID-19 deve soddisfare i rigorosi requisiti e le soglie di prova della valutazione scientifica dell'Agenzia europea per i medicinali per ottenere l'autorizzazione all'immissione in commercio. Questi requisiti non sono diversi da quelli previsti per qualsiasi altro vaccino prodotto e utilizzato nell'UE. L'Agenzia europea per i medicinali (EMA) monitora costantemente le segnalazioni di eventuali effetti indesiderati dopo l'uso di un vaccino e pubblica aggiornamenti periodici sulla sicurezza.

Domande e risposte - La vaccinazione anti COVID-19 nell'UE

https://ec.europa.eu › safe-covid-19-vaccines-europeans

Il nuovo coronavirus che causa COVID-19 è lo stesso della SARS?

No, il nuovo coronavirus (ora denominato #SARS-CoV-2 e già denominato #2019-nCoV) appartiene alla stessa famiglia di virus della Sindrome Respiratoria Acuta Grave (SARS) ma non è lo stesso virus.

Che cos'è il nuovo coronavirus

http://www.salute.gov.it › dettaglioFaqMalattieInfettive

Sono protetto da COVID-19 se quest'anno ho fatto il vaccino antinfluenzale?

L'influenza e il virus che causa COVID-19 sono due virus diversi e il vaccino contro l'influenza stagionale non protegge da COVID-19.

La vaccinazione anti-influenzale è fortemente raccomandata perché rende la diagnosi differenziale (cioè la distinzione tra le due infezioni), più facile e più rapida, portando più precocemente all'isolamento di eventuali casi di coronavirus.

Come proteggersi dal nuovo coronavirus

Dopo quanto tempo i pazienti di COVID-19 asintomatici possono rientrare in comunità?

Le persone asintomatiche risultate positive alla ricerca di SARS-CoV-2 possono rientrare in comunità dopo un periodo di isolamento di almeno 10 giorni dalla comparsa della positività, al termine del quale risulti eseguito un test molecolare con risultato negativo (10 giorni + test).12 ott 2020

Covid-19: indicazioni per la durata e il termine dell'isolamento e della quarantena

Quando una persona con il COVID-19 è contagiosa?

Il periodo infettivo può iniziare uno o due giorni prima della comparsa dei sintomi, ma è probabile che le persone siano più contagiose durante il periodo sintomatico, anche se i sintomi sono lievi e molto aspecifici. Si stima che il periodo infettivo duri 7-12 giorni nei casi moderati e in media fino a due settimane nei casi gravi.

Quando un paziente si può dire guarito dal coronavirus?

Il paziente guarito è colui il quale risolve i sintomi dell'infezione da Covid-19 e che risulta negativo in due test consecutivi, effettuati a distanza di 24 ore uno dall'altro, per la ricerca di SARS-CoV-2.19 mar 2020

Comunicazione del Cts sulla definizione di paziente guarito

Cosa fare se si ha il sospetto di avere il COVID-19?

Contattare il 112 oppure il 118 soltanto se strettamente necessario. In caso di sintomi o dubbi, rimani in casa, non recarti al pronto soccorso o presso gli studi medici ma chiama al telefono il tuo medico di famiglia, il tuo pediatra o la guardia medica.

Home / Covid-19 - Numeri verdi regionali

Quali sono le raccomandazioni per le persone in isolamento domiciliare a causa del COVID-19?

La persona con sospetta o accertata infezione COVID-19 deve stare lontana dagli altri familiari, se possibile, in una stanza singola ben ventilata e non deve ricevere visite. Chi l'assiste deve essere in buona salute e non avere malattie che lo mettano a rischio se contagiato.

Gli antibiotici possono essere utili per prevenire l’infezione da nuovo Coronavirus?

No, gli antibiotici non sono efficaci contro i virus, ma funzionano solo contro le infezioni batteriche.

Source by Silvia_Michela_Carrassi


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Risposte...e Bambini
from: ladysilvia
by: Bocconi