Premio Medico Veterinario dell'anno 2016 e borsa di dottorato di ricerca Carlo Gabbi

Giovedì
01:04:51
Ottobre
20 2016

Premio Medico Veterinario dell'anno 2016 e borsa di dottorato di ricerca Carlo Gabbi

View 130.1K

word 440 read time 2 minutes, 12 Seconds



Mercoledì 19 ottobre, nel Dipartimento di Scienze Medico-Veterinarie dell’Università di Parma, si è tenuta la cerimonia di consegna dell’onorificenza di "Medico Veterinario dell’anno 2016" e di assegnazione della borsa di dottorato di ricerca "Carlo Gabbi".

La cerimonia è stata aperta dai saluti della Pro Rettrice alla Didattica e ai Servizi agli studenti Maria Cristina Ossiprandi e del Vice Direttore del Dipartimento di Scienze Medico-Veterinarie, prof. Franco Brindani.

Il riconoscimento di "Medico Veterinario dell’anno", che quest’anno viene attribuito al dott. Stefano Nardelli, attualmente a capo del laboratorio di Sierologia dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie, viene tradizionalmente conferito a un laureato in Medicina Veterinaria dell’Università di Parma che si sia particolarmente distinto nella sua attività professionale, raggiungendo posizioni di notevole prestigio anche grazie alla preparazione ricevuta nel suo percorso di studi universitari.

La presentazione del dott. Nardelli è stata letta dal prof. Alberto Sabbioni, docente del Dipartimento di Scienze Medico-Veterinarie.

A seguire si è tenuto il conferimento della borsa di dottorato XXXII ciclo "Fondazione Cariparma" dedicata al prof. Carlo Gabbi da parte dell’ing. Dante Corradi, Consigliere dell’istituzione, alla vincitrice dott.ssa Marica Simoni.

CV di Stefano Nardelli

Il dottor Stefano Nardelli è nato a Rovereto (TN) il 28/8/1957. Laureatosi in medicina veterinaria nel 1982 all’Università di Parma, ha frequentato poi (1983-1984) il Corso di perfezionamento presso la Scuola per la ricerca scientifica di Brescia e la Scuola di specializzazione in sanità animale (Pisa, 1994-1996). Per l’IZSVe ha lavorato, a partire dal 1984, dapprima nel reparto produzione del vaccino antiaftoso, successivamente nel laboratorio Virologia, al Centro epidemiologico, al laboratorio di Sierologia. È inoltre responsabile della metrologia. Nel periodo 1999-2001 ha lavorato anche per l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia e dell’Emilia-Romagna, nel reparto Biotecnologie.

Il dott. Stefano Nardelli è attualmente a capo del laboratorio di Sierologia dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie. È esperto nazionale in ispezioni FVO svolte in numerosi Paesi esteri, oltre che docente in un corso Better Training for Safer Food sulla produzione di seme bovino ed embrioni. È responsabile di progetti di ricerca corrente finanziati dal ministero della Salute su escrezione virus di Schmallenberg nel seme, valutazione di metodiche sierologiche da applicare nelle infezioni da lentivirus ovicaprini. Altri suoi interessi di ricerca riguardano la validazione di procedure diagnostiche, lo sviluppo di software applicativi per la gestione di strumenti di laboratorio e l’organizzazione di piani di controllo a livello territoriale. A partire dal 2010, ha svolto attività di cooperazione in Albania (3 anni) ed in Kosovo (2 anni) per conto dell’#IZSVe.

Source by UNIPR


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Premio M...rlo Gabbi
from: ladysilvia
by: UNIPR