ClioMakeUp all‘Ospedale San Raffaele per una lezione di trucco solidale

Sabato
06:33:00
Giugno
18 2016

ClioMakeUp all‘Ospedale San Raffaele per una lezione di trucco solidale

View 137.1K

word 527 read time 2 minutes, 38 Seconds

Milano - Lo scorso 5 Maggio, all’IRCCS Ospedale San Raffaele - una delle 18 strutture di eccellenza del Gruppo Ospedaliero San Donato - si è svolto un appuntamento speciale di Salute allo Specchio: ClioMakeUp, la celebre make up artist e blogger, ha incontrato un gruppo di pazienti del progetto per un tutorial di make up dedicato.

Clio, divenuta celebre grazie ai video pubblicati sul suo canale YouTube in cui mostra come esaltare la propria bellezza con il make up, ha dedicato la mattinata a insegnare alle pazienti di Salute allo Specchio, in cura presso il San Raffaele, come valorizzare il viso, contrastare gli effetti delle terapie e riscoprire la propria femminilità. Hanno partecipato entusiaste anche diverse infermiere e volontarie dell’AVO, attente a cogliere i trucchi del mestiere da poter trasferire alle donne a cui prestano assistenza quotidianamente.

Ad accogliere Clio le ideatrici del progetto, Valentina Di Mattei, psicologa e ricercatrice universitaria, e Giorgia Mangili, responsabile dell’Oncologia ginecologica del San Raffaele, che hanno spiegato: “Il contributo di Clio è prezioso perché è un aiuto concreto alle donne che hanno bisogno di riappropriarsi della propria immagine per stare meglio. La patologia oncologica, infatti, cambia l’aspetto fisico e rende difficile riconoscersi e, talvolta, capita che alcune donne fatichino maggiormente ad affrontare questi cambiamenti piuttosto che le terapie in corso ”.

Clio, ospite di Salute allo Specchio, ha dichiarato: “Ho sempre creduto che il make up significhi innanzitutto cura del sé; non è semplicemente colore e moda, ma ha un potere terapeutico: ci fa sentire meglio, ha una dimensione profonda che va oltre la superficie, toccando spirito e identità di ogni donna. Sono davvero onorata di aver preso parte come volontaria a questa iniziativa: ci insegna che il make up può avere un ruolo importante anche nel reparto di un ospedale e aiutare nel quotidiano le donne nel loro percorso di recupero del benessere”.

È intervenuta anche Maria Mantero, che ha portato in omaggio alla make up artist e blogger di fama internazionale Vita, il turbante speciale realizzato dalla storica azienda Mantero Seta con uno scopo solidale: sostenere Salute allo Specchio. Vita, che sarà protagonista il 10 e l’11 maggio presso il Palazzo della Triennale (Spazio Lab) della mostra fotografica DonneConTurbanti a cura di Guido Taroni, è un accessorio che nasce proprio dalla collaborazione tra le stylist di Mantero e le pazienti di Salute allo Specchio.

Salute allo Specchio, che festeggia quest’anno il suo terzo compleanno, è un progetto promosso dall’Ospedale San Raffaele in collaborazione con l’Università Vita-Salute San Raffaele. Ideato dalle dottoresse Valentina Di Mattei e Giorgia Mangili, nasce dalla consapevolezza che eccellenza medica e qualità della cura debbano portare al pieno recupero del benessere fisico e psicologico della persona. Lo scopo è insegnare tecniche e strategie per gestire, dal punto di vista estetico, gli effetti collaterali delle terapie che impattano sull’aspetto fisico e sulla percezione della propria identità. Il ciclo di incontri rappresenta altresì un momento speciale in cui la donna viene accompagnata affettuosamente in un percorso personalizzato di recupero della propria femminilità ed è condotto da professionisti dedicati, da volontari e dall’équipe di psicologi.

IRCCS Ospedale San Raffaele
Ufficio stampa
Tel .02.2643 4466

Source by HSR


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / ClioMake... solidale