"Bacco e Perbacco" a Lucera

Sabato
07:10:30
Aprile
06 2013

"Bacco e Perbacco" a Lucera

View 134.6K

word 473 read time 2 minutes, 21 Seconds

Preservare la produzione locale, sia in termini enologici che gastronomici, è fondamentale. E’ per questo motivo che mi ritrovo spesso a mettere in luce attività che per propria politica decidono di portare avanti questi dettami. Ma esiste un modus operandi ancora più apprezzabile e dal quale scaturisce la vera estasi sensoriale,il vero percorso emozionale:quello della proiezione del sé,della propria poetica,dei propri sogni e vagheggiamenti. Quando una vasta competenza si sposa ad una passione prorompente e ad un’etica antica e sempre nuova volta a rendere giustizia all’eccellenza,si creano luoghi d’elezione dove la territorialità confluisce in un concetto più ampio di universalità e si percorrono costantemente i crinali dell’alta qualità. Come da “Bacco e Perbacco“ . Nell’incantato scenario di Piazza Duomo a Lucera campeggia da assoluto faro eno-gastronomico,diretta emanazione dell’anima del suo facitore,Pier Paolo Petrilli,e del suo socio e valente collaboratore Luigi. Pescare dalla sua “sapiente“ carta dei vini , degustare le succulenti e creative proposte gastronomiche è la sorte che tocca a quanti varcano la soglia di questo locale,sincreticamente esprimente il piglio del wine-bar e l’aplomb del ristorante di charme. Tutto merito di Pier Paolo e di Luigi,delle loro scelte. Capaci di snocciolare agli intimi i loro saperi con un eloquio chiaro e stringente,sarebbero ottimi comunicatori del vino se solo vincessero una palpabile timidezza. Ma ogni singola etichetta presente nel locale parla del loro gusto e del loro immaginario vinicolo ed il bere qui diventa un costante fraseggio con il genius loci. L’ultima volta da “Bacco e Perbacco“ narra di un Primitivo inedito,l’Antello delle Murge 2007 di Cristiano Guttarolo,veramente sorprendente. Prodotto naturale,senza l’ausilio della chimica di sintesi, è un primitivo ancestrale che si avvale solo di tecniche di vinificazione tradizionali con il riverbero discreto di un passaggio in legno. Chiarissimo l’incipit olfattivo richiamante le amarene sotto spirito. Sanguigno. Sui toni dell’eleganza e del furente portato tannico,tralaltro molto ben integrato,il Sagrantino di Montefalco “Pagliaro“ 2006 di Paolo Bea. Qui si sale in altri e alti cieli organolettici. Una lunga macerazione sulle bucce produce una tessitura fitta e dona uno spettro aromatico complesso. Nonostante ciò il vino sciorina frutto e spezie in grande souplesse,esplode in bocca con una ridda di sapori senza saturare i sensi e conserva freschezza e bevibilità. Nella versione passita il Sagrantino 2006 di Bea ammalia. Dolce senza essere stucchevole,persistentissimo,suadente,seducente,profuma di frutta ed esala spezie fini e delicate. Armonia e solo un velo impalpabile per il poderoso tannino.
In una deliziosa serata primaverile da “Bevitori d’Alta quota“ un distillato di Capovilla chiude un’altra storia da raccontare su questo autentico antro di delizie che è “Bacco e Perbacco“.

ROSARIO TISO
*I contenuti dell’opera non possono essere riprodotti senza l’autorizzazione dell’autore.

Source by rosariotiso


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / "Bacco e... a Lucera