Vicenza Jazz 2016 - XXI Edizione 6-14 maggio 2016

Venerdì
02:47:36
Aprile
08 2016

Vicenza Jazz 2016 - XXI Edizione 6-14 maggio 2016

Di nuovo in viaggio verso la libertà

View 131.2K

word 2.6K read time 12 minutes, 48 Seconds

La musica improvvisata come un inno alla libertà, creativa ma anche civile; l'espressione artistica come strumento di 'lotta' per l'emancipazione personale e sociale. È questo il messaggio lanciato dalla ventunesima edizione del festival New Conversations – Vicenza Jazz e raccolto in un programma che andrà in scena dal 6 al 14 maggio, sotto la bandiera di un titolo musicalmente militante: "Di nuovo in viaggio verso la libertà". L'originalità delle proposte, la ricchezza dei percorsi d'ascolto, come anche l'enorme quantità di concerti (ben oltre un centinaio concentrati nell'arco di nove giorni) sono ormai il marchio di fabbrica della manifestazione fondata e diretta da Riccardo Brazzale.

Stefano Bollani con Daniele Sepe, Paolo Fresu con Ralph Towner, Brad Mehldau in trio, Joe Lovano, Enrico Rava sono solo alcuni dei grandi nomi che calcheranno i numerosi palcoscenici del festival. E a rimarcare la tematica libertaria del programma arriveranno anche il Power Trio (con David Murray, Geri Allen e Terri Lyne Carrington) e il pianista Frederic Rzewski.

Il cartellone di Vicenza Jazz 2016 viene annunciato con tutti i suoi 'ingredienti principali': i concerti di prima serata (al Teatro Comunale, in Piazza dei Signori e nella maestosa scenografia del Teatro Olimpico), gli appuntamenti al Bar Borsa sotto la Basilica Palladiana (che torna a ospitare il Jazz Cafè Trivellato, il jazz club ufficiale del festival), il concerto di mezzanotte. Sono già definiti anche vari altri appuntamenti, destinati comunque a crescere di numero: live, ma anche proiezioni cinematografiche, presentazioni editoriali, seminari e masterclass, mostre e convegni. Una particolare attenzione sarà riservata alle produzioni originali che metteranno a confronto la musica con altre forme espressive, in particolar modo la poesia.

Una molteplicità di occasioni di ascolto, per un festival che prenderà vita in tutto il tessuto urbano: dai teatri alle chiese, le piazze e le strade, i palazzi antichi e l'Università, i musei e gli innumerevoli jazz club nei locali notturni.

Il festival New Conversations – Vicenza Jazz 2016 è organizzato dal Comune di Vicenza, Assessorato alla Crescita, e dalla Fondazione Teatro Comunale Città di Vicenza, in coproduzione con Trivellato Mercedes Benz e in collaborazione con il Bar Borsa.

Dopo un prologo 'fuori porta' a Thiene giovedì 5 maggio con il quintetto ad alta tensione jazzistica del sassofonista Kenny Garrett, la full immersion festivaliera prenderà il via al Teatro Olimpico venerdì 6 maggio. Protagonista della serata sarà Joe Lovano, perfetta incarnazione del 'titanismo' che ben si associa al suo strumento, il sax tenore. Il suo Classic Quartet è la sintesi stilistica di questo format musicale: un repertorio coinvolgente e dalla spiccata originalità abbinato a una raffinata ma anche magniloquente espressività esecutiva. La serata prevede inoltre un set d'apertura con il sax di Robert Bonisolo a sostegno della declamazione poetica di George Elliott Clarke, esponente di spicco della cultura afro-canadese.

Sabato 7, Vicenza Jazz scende in piazza, con il concerto a ingresso gratuito che ogni anno riunisce un immenso uditorio davanti al grande palco allestito in Piazza dei Signori. Quest'anno ne saranno protagonisti, in una produzione musicale in quintetto creata appositamente per Vicenza Jazz, il pianista Stefano Bollani e il sassofonista Daniele Sepe: un binomio capace di risultati esplosivi, e non solo sul piano musicale.

Il jazz ha molti artisti famosi ma pochissimi divi nel vero senso della parola. Stefano Bollani è uno di questi, grazie alla la sua capacità di unire in forma spettacolare la musica più sofisticata e l'intrattenimento più irresistibile.

Il sax politicamente impegnato di Sepe saprà certamente far approdare il concerto verso le tematiche care a questa edizione del festival vicentino, tra jazz e fermenti libertari.

Ritorno all'Olimpico domenica 8, con un doppio set. Musica di spiccato appeal melodico sarà quella offerta dal trombettista svizzero Franco Ambrosetti in duo col pianista Dado Moroni: nel loro programma avranno particolare rilievo le canzoni di Roberto Livraghi, che hanno segnato per decenni la migliore musica pop italiana. Sarà invece in omaggio a Woody Guthrie il concerto del sassofonista Francesco Bearzatti con il Tinissima Quartet: una rivisitazione intensa e dolente di alcune delle più radicali canzoni di protesta del folk statunitense.

Lunedì 9 il festival arriva per la prima volta al Teatro Comunale, con un gruppo che riunisce tre nomi emblematici del jazz afroamericano: David Murray al sax, Geri Allen al pianoforte e Terri Lyne Carrington alla batteria. Il nome di questa all stars, Power Trio, dice tutto: l'incedere musicale dinamico, l'impatto ritmico tellurico, con una strizzatina d'occhio al black power.

Protagonista lo scorso anno di una serata indimenticabile (col gruppo Mare Nostrum) che è il miglior biglietto da visita per il suo ritorno al festival, Paolo Fresu si esibirà in duo col chitarrista Ralph Towner al Teatro Olimpico martedì 10. Formazione che ha ormai una lunga storia alle spalle, il duo Towner-Fresu è sinonimo di una sconfinata poeticità strumentale, di un lirismo in punta di dita. Più muscolare, al confronto, sarà l'opening act della serata, che vedrà esibirsi in solitudine uno dei sassofonisti più emblematici dai tempi del jazz-rock a oggi: David Liebman.

Ancora una serata illuminata da una all stars band: mercoledì 11 sul palco del Teatro Comunale salirà il gruppo dello storico batterista Billy Hart. Ma in questo quartetto, artefice di un mainstream vitale e pulsante, ogni musicista potrebbe firmare come leader: dal pianista Ethan Iverson (dei Bad Plus) al sassofonista Mark Turner al bassista Ben Street.

Il Teatro Comunale si offrirà in una veste insolita per il concerto di giovedì 12. Il pubblico infatti sarà sistemato sul palcoscenico della sala grande assieme ai musicisti: i policromi Phantabrass guidati dal trombonista Giancarlo Schiaffini. Questo gruppo, con ben nove ottoni oltre alla ritmica e la voce di Silvia Schiavoni, porterà in scena "A cento metri comincia il bosco: guerra memoria natura", un omaggio alla letteratura sulla Grande Guerra, con un occhio di riguardo per le pagine di Mario Rigoni Stern.

Un atteso ritorno a Vicenza Jazz è anche quello del pianista Brad Mehldau, che sarà al Teatro Comunale venerdì 13 con il suo trio, band di fama planetaria che trasporta le classiche caratteristiche di questo organico (eleganza armonica, scavo introspettivo, lirismo melodico) in un contesto contemporaneo, anche nelle scelte di repertorio.
E dopo il prestigioso appuntamento al Comunale, il jazz continua allo scoccare della mezzanotte, con il concerto di Daniele di Bonaventura (bandoneon) e Giovanni Guidi (pianoforte) all'Università di Vicenza.

Sabato 14, l'Olimpico ospiterà il momento culminante del percorso di Vicenza Jazz 2016 tra le musiche che inneggiano alla libertà. Il pianista statunitense Frederic Rzewski eseguirà The People United Will Never Be Defeated!, le sue monumentali e travolgenti 36 variazioni sulla canzone cilena El pueblo unido jamás será vencido, simbolo musicale per eccellenza della lotta contro i regimi dittatoriali.
In serata si esibirà anche Enrico Rava: il carismatico trombettista sarà col suo New Quartet, formazione di recente costituzione ma già immortalata da un significativo disco ECM: Wild Dance.

Quello che si ascolterà al Jazz Cafè Trivellato, nuovamente ospitato sotto la Basilica Palladiana, negli spazi del Bar Borsa, ha l'aspetto di un festival nel festival: un programma con tanti nomi di punta del jazz italiano e selezionati ospiti internazionali che si muoverà parallelamente agli appuntamenti nei teatri, a partire da venerdì 6 maggio, quando il trio del sassofonista canadese Robert Bonisolo sarà chiamato ad accendere la fiamma del jazz al JCT Bar Borsa. Sabato 7 un Dj set farà da prolungamento al concerto in piazza con Bollani. Continuano poi le intersezioni geografiche più stimolanti: domenica 8 con il jazz modernista e sapientemente strutturato del trio Hyper (con il sassofonista Nicola Fazzini) al quale si aggiunge la tromba del chicagoano, ma di origini irachene, Amir ElSaffar; lunedì 9 con il trio del giovane pianista Alessandro Lanzoni, che rappresenta lo stato dell'arte del nuovo jazz italiano, ampliato dalla presenza del sassofonista canadese (ma cresciuto in California) Ben Wendel; martedì 10 con il Three Reeds Quintet, nella cui front line di strumenti ad ancia spicca David Liebman, al fianco di Federico Benedetti e Romano Pratesi. La musica raddoppia mercoledì 11, con un primo set affidato al trio Solaris del sassofonista Cristiano Arcelli e un secondo tempo che vedrà protagonista il Triozone del sassofonista Dario Cecchini (celebre leader dei Funk Off). Ancora un mix geografico giovedì 20, con il Newropean Quartet del pianista Danilo Memoli, nel quale risalta il sax del tedesco Ralph Reichert. Poi un finale tutto made in Italy per il JCT Bar Borsa: venerdì 13 con il New Motion Quartet (nel quale si distinguono il sempre più ricercato pianista-trombettista Dino Rubino e il sassofonista Francesco Geminiani) e sabato 14 con il quintetto del trombettista Alessandro Presti, che raccoglie alcuni dei nomi più interessanti del new jazz nazionale.

Tra gli appuntamenti pomeridiani già annunciati di Vicenza Jazz 2016 spiccano quelli presso le Gallerie di Palazzo Leoni Montanari, con gli Hyper ed Amir ElSaffar (domenica 8) e con gli incontri tra poeti e musicisti di Poetry Vicenza: l'8 con George Elliott Clarke e, tra gli altri, Amir ElSaffar; il 10 con Claudio Ambrosini e lo Zero Vocal Ensemble; il 14 con Gezim Hajdari, Kim Kwang-Kyu e le note di Dino Rubino e Lorenzo Conte.


PROGRAMMA (concerti principali)

Prologo
Mercoledì 4 maggio
Spazio Der Ruf, ore 21
"Viaggio al centro del suono"
Roberta Guidi (voce), Giovanni Petrella (viola), Enrico Antonello (tromba), Adalberto Bresolin (sax tenore), Giusto Pilan (artista), Mirko Cremasco (poeta), Patrizia Peruffo (designer)

Prologo
Giovedì 5 maggio
Thiene, Teatro Comunale, ore 21
KENNY GARRETT QUINTET
Kenny Garrett (sax alto e soprano), Vernell Brown (pianoforte), Corcoran Holt (contrabbasso), Marcus Baylor (batteria), Rudy Bird (percussioni)

Venerdì 6 maggio
Teatro Olimpico, ore 21
opening act: reading con GEORGE ELLIOTT CLARKE (voce recitante) & ROBERT BONISOLO (sax)
JOE LOVANO CLASSIC QUARTET
Joe Lovano (sax), Lawrence Fields (pianoforte), Peter Slavov (contrabbasso), Lamy Estrefi (batteria)

Bar Borsa Jazz Café Trivellato, ore 22
Robert Bonisolo Trio + special guest
Robert Bonisolo (sax), Marc Abrams (contrabbasso), Mauro Beggio (batteria)
special guest da definire

Sabato 7 maggio
TheArtsBox, ore 18
Poetry Jazz & Film: "Il sogno di Adolphe Sax"
Proiezione documentario sulla storia del sassofono.
Con il regista Paolo Fazzini

Basilica Palladiana, ore 19
Bluenote, Pforzheim Jung Jazz

Piazza dei Signori, ore 21
DANIELE SEPE QUINTET feat. STEFANO BOLLANI
"Sepe, Bollani & la musica terrestre"
Daniele Sepe (sax, flauto), Floriana Cangianu (voce), Tommy De Paola (tastiere), Davide Costagliola (basso elettrico), Paolo Forlini (batteria)
special guest: Stefano Bollani (pianoforte, piano Fender Rhodes)

Bar Borsa Jazz Café Trivellato, ore 23.30
Dj set

Domenica 8 maggio
centro storico, dalle ore 16: street music

Gallerie di Palazzo Leoni Montanari, ore 17
Hyper + Amir ElSaffar
Amir ElSaffar (tromba), Nicola Fazzini (sax), Alessandro Fedrigo (basso acustico), Luca Colussi (batteria)

Gallerie di Palazzo Leoni Montanari, ore 18
Poetry Vicenza: George Elliott Clarke (Canada)
Con Gionni Di Clemente (chitarra, oud), Bruno Censori (chitarra synth), Amir ElSaffar (tromba)

Basilica Palladiana, dalle ore 16: jazz & jam

Basilica Palladiana, ore 19
Pedrollo Intersezioni Orchestra feat. Maurizio Giammarco (sax)

Teatro Olimpico, ore 21
FRANCO AMBROSETTI & DADO MORONI DUO
Franco Ambrosetti (tromba), Dado Moroni (pianoforte)
FRANCESCO BEARZATTI TINISSIMA QUARTET
"This Machine Kills Fascists". Suite for Woody Guthrie
Francesco Bearzatti (sax), Giovanni Falzone (tromba, effetti, voce), Danilo Gallo (contrabbasso), Zeno De Rossi (batteria)

Bar Borsa Jazz Café Trivellato, ore 22
Hyper + Amir ElSaffar
Amir ElSaffar (tromba), Nicola Fazzini (sax), Alessandro Fedrigo (basso acustico), Luca Colussi (batteria)

Lunedì 9 maggio
Teatro Comunale, ore 21
MURRAY, ALLEN & CARRINGTON POWER TRIO
David Murray (sax), Geri Allen (pianoforte), Terri Lyne Carrington (batteria)

Bar Borsa Jazz Café Trivellato, ore 22
Alessandro Lanzoni Trio + Ben Wendel
Ben Wendel (sax), Alessandro Lanzoni (pianoforte), Matteo Bortone (contrabbasso), Enrico Morello (batteria)

Martedì 10 maggio
Gallerie di Palazzo Leoni Montanari, ore 18
Poetry Vicenza. Shakespeare: un omaggio di poesia, musica e computer
Con Claudio Ambrosini e Zero Vocal Ensemble

Cinema Araceli, ore 19
Ascensore per il patibolo (Francia 1958, di Louis Malle, musiche di Miles Davis)
Nuova edizione restaurata da Gaumont

Teatro Olimpico, ore 21
opening act: DAVID LIEBMAN (sax)
RALPH TOWNER & PAOLO FRESU
Ralph Towner (chitarra), Paolo Fresu (tromba)

Bar Borsa Jazz Café Trivellato, ore 22
Three Reeds Quintet feat. David Liebman
David Liebman (sax), Federico Benedetti (sax), Romano Pratesi (clarinetto basso), Paolo Ghetti (contrabbasso), Mauro Beggio (batteria)

Mercoledì 11 maggio
Teatro Comunale, ore 21
BILLY HART GROUP feat. Ethan Iverson, Mark Turner, Ben Street
Billy Hart (batteria), Ethan Iverson (pianoforte), Mark Turner (sax), Ben Street (contrabbasso)

Cinema Araceli, ore 21
Ascensore per il patibolo (Francia 1958, di Louis Malle, musiche di Miles Davis)
Nuova edizione restaurata da Gaumont

Bar Borsa Jazz Café Trivellato, ore 22
Cristiano Arcelli "Solaris"
Cristiano Arcelli (sax), Stefano Senni (contrabbasso), Bernardo Guerra (batteria)
Dario Cecchini Triozone
Dario Cecchini (sax), Guido Zorn (contrabbasso), Bernardo Guerra (batteria)

Giovedì 12 maggio
palco del Teatro Comunale, ore 21
GIANCARLO SCHIAFFINI PHANTABRASS feat. SILVIA SCHIAVONI
"A cento metri comincia il bosco: guerra memoria natura"
Silvia Schiavoni (voce), Giancarlo Schiaffini (direzione, trombone),
Flavio Davanzo (tromba), Luca Calabrese, Alberto Mandarini (tromba, flicorno), Martin Mayes (corno), Lauro Rossi, Sebi Tramontana (trombone),
Gianpiero Malfatto (euphonium), Beppe Caruso (basso tuba), Giovanni Maier (contrabbasso), Luca Colussi (percussione)

Bar Borsa Jazz Café Trivellato, ore 22
Danilo Memoli "Newropean Quartet"
Ralph Reichert (sax), Danilo Memoli (pianoforte), Milan Nicolic (contrabbasso), Joris Dudli (batteria)

Venerdì 13 maggio
Università di Vicenza, ore 18
Unipd Big Band
Big Band dell'Università di Padova diretta da Alessandro Fedrigo. A seguire, jam session.

Teatro Comunale, ore 21
BRAD MEHLDAU TRIO
Brad Mehldau (pianoforte), Larry Grenadier (contrabbasso), Jeff Ballard (batteria)

Bar Borsa Jazz Café Trivellato, ore 22
New Motion Quartet featuring Dino Rubino & Francesco Geminiani
Dino Rubino (pianoforte, tromba), Francesco Geminiani (sax), Lorenzo Conte (contrabbasso), Mark Schilders (batteria)

Università di Vicenza, ore 24
DANIELE DI BONAVENTURA & GIOVANNI GUIDI
"Notan Go Now!"
Daniele di Bonaventura (bandoneon), Giovanni Guidi (pianoforte)
Poetry reading con Gezim Hajdari (Albania) & Kim Kwang-Kyu (Corea)

Sabato 14 maggio
Basilica Palladiana, dalle ore 16: jazz & jam

Gallerie di Palazzo Leoni Montanari, ore 18:30
Poetry Vicenza: Gezim Hajdari (Albania) – Kim Kwang-Kyu (Corea)
con Dino Rubino (tromba, pianoforte) e Lorenzo Conte (contrabbasso)

Teatro Olimpico, ore 21
ENRICO RAVA NEW QUARTET
Enrico Rava (tromba), Francesco Diodati (chitarra), Gabriele Evangelista (contrabbasso), Enrico Morello (batteria)
FREDERIC RZEWSKI piano solo
"Plays El pueblo"
The People United Will Never Be Defeated!
36 variazioni su El pueblo unido jamás será vencido

Bar Borsa Jazz Café Trivellato, ore 22
Alessandro Presti Quintet
Alessandro Presti (tromba), Daniele Tittarelli (sax), Alessandro Lanzoni (pianoforte), Gabriele Evangelista (contrabbasso), Francesco Ciniglio (batteria)

Informazioni:

Teatro Comunale di Vicenza
Viale Mazzini, 39 - Vicenza
tel.: 0444 324442
e-mail: vicenzajazz@tcvi.it
e-mail: biglietteria@tcvi.it
web: www.vicenzajazz.org; jazz.tcvi.it
web: www.jazz.trivellato.it

Direzione artistica: Riccardo Brazzale

Ufficio Stampa: Daniele Cecchini
cell. 348 2350217 e-mail: dancecchini@hotmail.com

BIGLIETTI

Concerti al Teatro Olimpico
intero: 22 euro + d.p.
ridotto*: 18 euro + d.p.

Concerti al Teatro Comunale
(Murray-Allen-Carrington Power Trio; Billy Hart Group; Giancarlo Schiaffini Phantabrass)
intero: 18 euro + d.p.
ridotto*: 15 euro + d.p.

Concerto "Brad Mehldau Trio" al Teatro Comunale
intero: 25 euro + d.p.
ridotto*: 20 euro + d.p.

Concerto di mezzanotte all'Università
unico: 5 euro

concerto del 5 maggio a Thiene
intero: 20 euro + d.p.
ridotto: 15 euro + d.p.

ABBONAMENTI

  • acquistabili presso la biglietteria del Teatro Comunale Città di Vicenza
  • abbonamento ai 4 concerti al Teatro Olimpico: 65 euro (intero), 55 (ridotto*)
  • abbonamento ai 4 concerti al Teatro Comunale + 1 all'Università: 60 euro (intero), 50 (ridotto*)
  • abbonamento per tutti i 9 concerti (compreso 1 Università): 120 euro (intero), 100 (ridotto*)

*ridotto valido per giovani fino ai 30 anni, over 65, associazioni culturali musicali, Touring Club Italiano, dipendenti Comune di Vicenza, abbonati TCVI

PREVENDITE
- biglietteria del Teatro Comunale (dal martedì al sabato, ore 15-18:15).
La biglietteria risponde al telefono negli stessi giorni di apertura dalle 16 alle 18.
- on line: www.tcvi.it
- sportelli della Banca Popolare di Vicenza
- giorno dello spettacolo: alla biglietteria del teatro da un'ora prima dell'inizio del concerto (senza diritto di prevendita)

INGRESSO LIBERO
sabato 7 maggio, Piazza dei Signori: Daniele Sepe & Stefano Bollani
Bar Borsa
Laddove non diversamente specificato

Source by Rockitalia


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Vicenza ...ggio 2016