Ai Subsonica il Premio Amnesty Italia 2008

Venerdì
13:28:31
Aprile
04 2008

Ai Subsonica il Premio Amnesty Italia 2008

Premio Amnesty Italia con il brano "Canenero"

View 132.3K

word 693 read time 3 minutes, 27 Seconds

I Subsonica, col brano “Canenero”, sono i vincitori della sesta edizione del Premio Amnesty Italia, indetto dalla Sezione Italiana di Amnesty International e dall’Associazione Culturale Voci per la Libertà come riconoscimento per il migliore brano sui diritti umani pubblicato nel 2007.

"È un onore di quelli grandi ricevere da un'istituzione come Amnesty un riconoscimento cos씝 - hanno dichiarato i Subsonica - "Da un lato perché scrivendo una canzone su uno specifico tema, come ad esempio questo degli abusi sui minori, non ci si chiede mai quanto in concreto saprà smuovere interesse o suscitare riflessioni. Altrimenti ci si blocca e non lo si fa più. E dall’altro perché Amnesty International, puntualmente presente nella tutela dei diritti delle persone, si dimostra rapida attenta ed efficace nell’individuare tutti i significati del termine ’violazione’, per i quali purtroppo non sempre occorrono dittature o prigioni perse in capo al mondo. La violazione dei diritti può avvenire tra le pareti le domestiche come in una qualsiasi caserma di un paese democratico e purtroppo può riguardare ognuno di noi in qualsiasi momento. Ringraziamo, quindi, Amnesty International per questo premio, ma non solo”.

"Canenero ci parla di uno dei peggiori incubi che possa segnare la storia di un bambino: un abuso da parte di un adulto”, ha dichiarato Paolo Pobbiati, presidente della Sezione Italiana di Amnesty International. “Si tratta di una delle forme più feroci di violenza, perpetrata nei confronti di un soggetto debole e indifeso. I Subsonica hanno avuto il coraggio di utilizzare la musica per raccontare quanto questo fenomeno sia diffuso e presente anche in realtà apparentemente normali, per ricordare quanti ’cani neri’ stiano sbranando il futuro di tanti bambini".

I Subsonica sono i sesti musicisti ad aggiudicarsi il PAI, riconoscimento istituito nel 2003 per premiare l’artista che, nel corso dell’anno, fosse riuscito a rappresentare nel modo più efficace tematiche legate ai diritti umani, e assegnato nel corso delle passate edizioni a Daniele Silvestri ("Il mio nemico", 2003), Ivano Fossati ("Pane e coraggio", 2004), Modena City Ramblers ("Ebano", 2005) e Paola Turci ("Rwanda", 2006) e Samuele Bersani ("Occhiali rotti", 2007).
La premiazione dei Subsonica avrà luogo a Villadose (Rovigo), nel corso della serata finale dell’undicesima edizione del concorso musicale dal vivo “Voci per la libertà " Una canzone per Amnesty”, in programma dal 17 al 20 luglio.

Gli altri nove brani in concorso erano: "Canzone per Beirut" (Eugenio Bennato), "Canzone della tolleranza e dell’amore universale" (Giorgio Canali e Rossofuoco), "Boom!" (Gemelli Diversi), "Mosca cieca" (Gianna Nannini), "Tu ricordati di me" (Negramaro), "Milioni di promesse" (Radiodervish), "La Guerra dei vecchietti" (Remo Remotti), "Canzone fra le guerre" (Antonella Ruggiero) e "Avanti pop" (Tetes de Bois).

Della giuria che ha selezionato le proposte pervenute alla segreteria di Voci per la libertà fanno parte Giò Alaimo (Il Gazzettino), Silvia Boschero (Radio Rai), Marco Cavalieri (Radio Città Aperta), Valerio Corzani (Radio Rai, il manifesto), Luca D'Alessandro (MusicBoom), Cinzia Fiorato (Tg1 Rai), Gabriele Guerra (Freequency), Ezio Guaitamacchi (Jam, Lifegate), Federico Guglielmi (Il Mucchio, Radio Rai), Andrea Laffranchi (Corriere della Sera), Michele Lionello (Voci per la Libertà ), Carlo Mandelli (Il Giorno), Riccardo Noury (Amnesty Italia), Diego ”Alligatore” Pinamonte (Smemoranda.it), Paolo Pobbiati (Amnesty Italia), Valeria Rusconi (Rolling Stone), Giordano Sangiorgi (Mei), Mauro Santoriello (MTV), Gianni Santoro (XL), Stefano Starace (A rivista), Renzo Stefanel (Rockit), John Vignola (Vanity Fair, Radio Rai) e Franco Zanetti (Rockol). A loro vanno i nostri più sentiti ringraziamenti per la professionalità e la competenza dimostrata.

Ricordiamo inoltre che Il PAI è parte integrante di Voci per la Libertà - Una Canzone per Amnesty, manifestazione dedicata ai musicisti emergenti il cui bando di concorso scadrà il 15 aprile 2008.

Con il supporto di:
Audiocoop - MEI Fest - Glitter & Soul - Audioglobe - Suono e Immagine - Europrint - Imaginaria

Media Partner:
Demo Rai - Musicalnews - Freakout - Mescalina.it - Music Boom - Freequency - Jam - Rec Radio - Rockit - Mucchio - Radio Base - Ecoradio - Smemoranda - ViaVaiNet - Lifegate radio - Lifegate

INFORMAZIONI:
Ass Culturale Voci per la Libertà
www.vociperlaliberta.it

Altro:
Voci Per La Libertà - Una Canzone per Amnesty 2007 - Update 21 Marzo 2008
http://www.ladysil...via/12045/musica/0/

Source by Rockitalia


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Ai Subso...alia 2008
from: ladysilvia
by: Greenpeace