Truffe nella clinica di Padre Pio: 11 arresti

Domenica
00:46:37
Ottobre
20 2002

Truffe nella clinica di Padre Pio: 11 arresti

View 131.8K

word 480 read time 2 minutes, 24 Seconds

FOGGIA. I carabinieri della Compagnia di San Giovanni Rotondo (Foggia) hanno arrestato nella notte undici persone accusate di aver fatto parte di un' organizzazione dedita a truffe e furti nei confronti dell’ Opera pia «Ospedale Casa sollievo della Sofferenza» del paese pugliese, la fondazione creata e promossa da Padre Pio di Petralcina. Gli arresti sono avvenuti nell’ ambito di un'operazione denominata «Robin Hood» alla quale hanno preso parte circa cinquanta militari.

Erano alcuni anni che dai magazzini e dalle cucine dell’ ospedale «Casa sollievo della sofferenza», secondo gli investigatori, venivano rubati generi alimentari; i furti avvenivano mediamente un paio di volte a settimana. Solo nella serata di ieri, gli undici dipendenti - sei uomini e cinque donne arrestati in flagranza, tutti in servizio nelle cucine e nei magazzini - sarebbero riusciti a portare via oltre 300 chilogrammi tra prodotti in scatola, formaggi e insaccati, per un valore di 3.000 euro. Tutti i prodotti sono stati trovati dai carabinieri nei portabagagli delle vetture e dei ciclomotori degli arrestati che sono stati sottoposti a controlli all’ uscita dell’ ospedale, a conclusione del turno di lavoro.

Nelle abitazioni degli arrestati i carabinieri hanno trovato altri prodotti sempre riconducibili all’ ospedale di San Giovanni Rotondo. Per evitare che i dirigenti dell’ ospedale si accorgessero dei furti, il gruppo avrebbe anche provveduto a falsificare alcuni documenti amministrativi. Secondo quanto si è appreso, la gran parte degli alimenti rubati sarebbe stata poi utilizzata per uso proprio e anche venduta ad esercizi commerciali e ristoranti della zona.

Il danno provocato alla «Fondazione casa sollievo della sofferenza», che gestisce l’ ospedale, è stato stimato dagli investigatori in diverse centinaia di migliaia di euro. Le indagini erano state avviate qualche mese fa dai carabinieri della Compagnia di San Giovanni Rotondo e del Reparto operativo provinciale in seguito ad un accertamento amministrativo compiuto nell’ ospedale dal quale erano emerse discrepanze tra le spese sostenute per l’ approvvigionamento e la merce esistente nei magazzini.

«Attendiamo con fiducia l’esito della magistratura nella consapevolezza che grazie ad esso si potrà fare luce su tutta la vicenda». È quanto sostiene in una nota il presidente dell’«Ospedale casa sollievo della sofferenza», monsignor Riccardo Ruotolo. «A fronte di un aumento dei consumi alimentari apparentemente anomalo - aggiunge - l’amministrazione dell’ospedale, anche a tutela del proprio personale, ha ritenuto opportuno e doveroso segnalare i fatti all’autorità giudiziaria alla quale è stata inoltrata una denuncia contro ignoti».

Mons.Ruotolo conclude evidenziando che «ora attendiamo che si faccia luce sui fatti e che vengano individuate le singole responsabilità consentendo all’Opera di Padre Pio, ed a tutto il personale di 'Casa sollievo della sofferenza', di continuare a svolgere la propria missione a servizio degli ammalati. Le indagini consentiranno la tutela del patrimonio dell’ospedale maturato negli anni con il generoso contributo di tutti i figli spirituali e benefattori dell’opera di Padre Pio».

Source by LA_STAMPA


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Truffe n...1 arresti