Giovedì
13:43:26
Novembre
17 2022

UE : il Consiglio concorda la sua posizione negoziale sulle norme contro la coercizione economica

View 140

word 451 read time 2 minutes, 15 Seconds

Bruxelles- Politica commerciale - Gli Stati membri hanno concordato oggi la posizione negoziale (mandato) per quanto riguarda il regolamento sulla protezione dell'Unione e dei suoi Stati membri dalla coercizione economica da parte di paesi terzi (strumento anticoercizione). Si aggiunge così un nuovo strumento al pacchetto degli strumenti autonomi dell'UE, con lo scopo di dissuadere i paesi terzi dall'attaccare l'UE e i suoi Stati membri con una deliberata coercizione economica. Grazie a questo strumento l'UE sarà in grado di difendersi meglio sulla scena mondiale attraverso un'ampia gamma di misure di risposta.

Il nuovo strumento fungerà da deterrente e contrasterà la coercizione economica da parte di paesi terzi in un periodo di crescenti tensioni geopolitiche. Negli ultimi anni l'UE e i suoi Stati membri sono diventati l'obiettivo di deliberate pressioni economiche esercitate da paesi terzi attraverso misure che incidono sugli scambi e sugli investimenti. L'UE ha il diritto di difendersi meglio sulla scena mondiale nel momento in cui diventa bersaglio di intimidazione economica. Jozef Síkela, ministro dell'Industria e del commercio della Repubblica ceca

Nell'ambito del mandato, il Consiglio mira a rafforzare il proprio coinvolgimento nel processo decisionale attribuendosi competenze di esecuzione per determinare cosa costituisca coercizione economica. La Commissione europea manterrà competenze di esecuzione nelle decisioni sulle misure di risposta dell'UE, garantendo nel contempo un maggiore coinvolgimento degli Stati membri in tali decisioni.

Difesa degli interessi dell'UE

Tra le misure che potrebbero essere applicate al paese terzo in risposta alla coercizione economica figurano l'imposizione di restrizioni commerciali, ad esempio sotto forma di dazi doganali maggiorati, di licenze di importazione o di esportazione, o di restrizioni nel settore dei servizi, degli appalti pubblici o degli investimenti esteri diretti. Tali misure sarebbero applicate senza carattere retroattivo e nel rispetto della proporzionalità rispetto al danno causato.

Lo strumento anticoercizione è concepito per allentare le tensioni e incentivare la cessazione di specifiche misure coercitive utilizzando in primo luogo il dialogo. Eventuali contromisure adottate dall'UE sarebbero applicate solo in ultima istanza, qualora non vi fosse altro modo per contrastare l'intimidazione economica.

Contesto

L'8 dicembre 2021 la Commissione europea ha presentato la proposta di normativa, su richiesta del Consiglio e del Parlamento europeo.

Il 10 ottobre la commissione per il commercio internazionale (INTA) del Parlamento europeo ha adottato emendamenti alla proposta e il 19 ottobre la plenaria ha confermato il mandato negoziale del Parlamento chiedendo l'avvio "immediato" dei negoziati.

Prossime tappe

Il regolamento deve ora essere concordato tra il Consiglio e il Parlamento europeo nel quadro della procedura legislativa ordinaria. Una volta adottato ufficialmente da entrambe le istituzioni, il regolamento entrerà in vigore 20 giorni dopo la sua pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'UE.



Source by Redazione


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / UE : il ...economica