Sabato
13:41:59
Aprile
09 2022

Area P. Torna la poesia a Palazzo Marino

Dopo due anni, riprende domenica in Sala Consiliare la rassegna mensile di poesia

View 1.0K

word 496 read time 2 minutes, 28 Seconds

Milano - Dopo due anni di assenza, torna domenica 10 aprile, alle 10.30 in sala Consiliare a Palazzo Marino, la rassegna mensile "Area P, Milano incontra la poesia", organizzata dalla Presidenza del Consiglio comunale in collaborazione con Giuseppe Landonio.

L'iniziativa riprende con un reading dedicato alle grandi donne della poesia, da Saffo a Chandra Livia Candiani, in un incontro in cui verrà ricordata Marta Lazzari, recentemente scomparsa e assidua frequentatrice nel passato.

La lettura della selezione di poesia sarà affidata alla associazione Cultura dei Sogni. L’accompagnamento musicale, alla fisarmonica, sarà di Giuseppe Larmani. Pino Landonio ha curato la scelta dei testi.

Area P riparte con un reading dedicato alle grandi donne della poesia, da Saffo a Chandra Livia Candiani, in un incontro in cui ricorderemo Marta Lazzari, recentemente scomparsa e assidua frequentatrice nel passato. Poesia è donna. Anche se per secoli alla donna è stato impedito di scrivere, pubblicare, esprimersi in poesia. Eppure alcune voci hanno rotto la congiura del silenzio, anche a costo di grandi sofferenze. Saffo è stata, per molti secoli, l’emblema straordinario di questa presenza. Poi, nel ‘500, Isabella Morra ha pagato con la vita il suo amore per la poesia. E, di li a poco, Gaspara Stampa ha osato sfidare le “regole” del suo tempo. Ma è stato durante l’800 che le voci femminili hanno potuto finalmente “cantare”: da Elizabeth Barrett Browning a Emily Dickinson, dalle sorelle Bronte a Christina Rossetti. E poi, nel ‘900, una vera esplosione di grandi poetesse: in Italia (Ada Negri, Sibilla Aleramo, Antonia Pozzi, Nella Nobili, Maria Luisa Spaziani, Daria Menicanti, Alda Merini), in Russia (Anna Achmatova e Marina Cvetaeva), negli Stati Uniti (Sylvia Plath e Anne Sexton), in Germania (Else Lasker Schuler), in Polonia (Wilslawa Szymborska). Ma sono solo la punta di un’iceberg sommerso, che si protrae fino ai nostri giorni, con le voci di Vivian Lamarque, Mariangela Gualtieri, Chandra Livia Candiani… Leggeranno una selezione delle poesie Annunciata, Franca, Giovanna, Marina e Sebastiana, della Associazione Cultura dei Sogni. L’accompagnamento musicale è di Giuseppe Larmani, alla fisarmonica. Pino Landonio ha curato la scelta dei testi.

Quale la cosa più bella sopra la terra bruna? Uno dice “una torma di cavalieri”, uno “di fanti”, uno “di navi”. Io “ciò che si ama”… (Saffo)

L’acqua - la insegna la sete. La terra - gli Oceani trascorsi. Lo slancio - l’angoscia - La pace - la raccontano le battaglie - L’amore, i tumuli della memoria - Gli uccelli, la neve. (Emily Dickinson)

Oh essere anche noi la luna di qualcuno! Noi che guardiamo essere guardati, luccicare sembrare da lontano la candida luna che non siamo. (Vivian Lamarque)

Ingresso libero, con mascherina FFP2 e Green pass.

MILANO INCONTRA LA POESIA

Poesia è donna (le grandi donne della poesia)

Reading a cura della Cultura dei Sogni

(in memoria di Marta Lazzari)

Milano 10 aprile 2022 - Ore 10.30

Sala Consiliare di Palazzo Marino - Piazza della Scala, 2 - Milano

Source by Redazione


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Area P. ...zo Marino