Camera approva nuove regole sul lavoro delle donne in gravidanza nella pandemia Fonte: Agência Câmara de Notícias

MOVE

MOVE

Sabato
00:05:17
Febbraio
19 2022

Camera approva nuove regole sul lavoro delle donne in gravidanza nella pandemia Fonte: Agência Câmara de Notícias

Il progetto prevede il ritorno delle donne incinte al faccia a faccia dopo la completa immunizzazione

View 681

word 665 read time 3 minutes, 19 Seconds

Brasília, Brasil - La Camera dei Deputati ha approvato questo mercoledì (16) un progetto che cambia le regole sul lavoro delle donne in gravidanza durante la pandemia, prevedendo il loro ritorno al faccia a faccia dopo l'immunizzazione. La proposta sarà inviata per la sanzione presidenziale.

L'Aula ha respinto l'emendamento del Senato al disegno di legge 2058/21, firmato dal deputato Tiago Dimas (Solidariedade-TO) , che modifica la legge 14.151/21 . Questa legge garantiva l'allontanamento delle donne in gravidanza dal lavoro in presenza a piena retribuzione durante l'emergenza sanitaria pubblica del nuovo coronavirus.

Secondo il sostituto approvato , dalla sig.ra Paula Belmonte (Cittadinanza-DF) , tale rimozione sarà garantita solo se la donna incinta non è stata ancora completamente immunizzata. Oggi non esiste un tale criterio.

A meno che il datore di lavoro non scelga di mantenere il lavoratore in telelavoro con piena retribuzione, la lavoratrice gestante deve riprendere l'attività in presenza in caso di:

- cessazione dello stato di emergenza;

- dopo la vaccinazione, dal giorno in cui il Ministero della Salute considera conclusa l'immunizzazione;
- se rifiuta di farsi vaccinare contro il nuovo coronavirus, con un disclaimer; o
- in caso di aborto spontaneo con percepimento dell'indennità di maternità durante le due settimane di congedo garantite dal Testo unico delle leggi sul lavoro (CLT).

Per la relatrice, la deputata Paula Belmonte, il testo garantisce l'allontanamento mentre non c'è protezione dall'immunizzazione e risolve anche il problema del settore produttivo. “Quando si parla di imprenditore, non è il grande, ma il piccolo, il micro-imprenditore che non è in grado di effettuare questo pagamento. Diverse donne vogliono tornare al lavoro, perché spesso hanno una perdita di stipendio”, ha ricordato.

"Dobbiamo correggere queste idee sbagliate, preservare la salute in virtù della vaccinazione e mantenere il reddito delle donne", ha affermato l'autore, il vice Tiago Dimas, evidenziando i dati sulla disoccupazione femminile.

La vice Erika Kokay (PT-DF) ha criticato il progetto, insieme ad altri legislatori dell'opposizione che hanno cercato di ostacolare il voto mercoledì. “Invece di difendere le donne, è un progetto misogino, contro le donne. Nemmeno quelli con comorbilità saranno protetti”, ha detto.

Aprovadas regras para teletrabalho de gestantes

Durata

Se si sceglie di non vaccinarsi, la donna incinta deve firmare un termine di responsabilità e di libero consenso per l'esercizio del lavoro in presenza, impegnandosi a rispettare le misure preventive adottate dal datore di lavoro.

Il testo ritiene che l'opzione di non vaccinarsi sia “espressione del diritto fondamentale alla libertà di autodeterminazione individuale” e di conseguenza nessuna restrizione dei diritti può essere imposta al lavoratore.

Comorbidità

L'emendamento del Senato respinto dalla Plenaria della Camera ha posto fine alla possibilità di firmare questo mandato, ha garantito la continuità del lavoro a distanza alle donne in gravidanza con comorbilità e ha subordinato il rientro dopo l'immunizzazione al rispetto delle condizioni e dei criteri definiti dal Ministero del Lavoro e Previdenza sociale. , anche per le donne che allattano.

Gravidanza a rischio

Secondo il testo che sarà sanzionato, se le attività in presenza della lavoratrice non possono essere svolte attraverso il telelavoro o altra forma di lavoro a distanza, anche con il mutamento delle sue funzioni e il rispetto delle sue competenze e condizioni personali, il situazione sarà considerata come una gravidanza a rischio fino al completamento dell'immunizzazione, quando dovrà tornare al lavoro faccia a faccia.

Questo periodo sarà considerato una gravidanza a rischio e riceverà l'indennità di maternità dall'inizio del congedo fino a 120 giorni dopo il parto o, se l'azienda fa parte del programma Empresa Cidadã per prolungare il congedo, per 180 giorni. Tuttavia, non ci può essere alcun pagamento retroattivo alla data di pubblicazione della futura legge.

Prima del parto, la donna incinta continuerà a dover tornare al lavoro in presenza nei casi previsti dal progetto (immunizzazione, ad esempio), quando il datore di lavoro non sceglie di mantenere le attività a distanza.

Fonte: Agência Câmara de Notícias

Source by Redazione


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Camera a...Notícias