Francia: il Consiglio di Stato convalida la sanzione di 100 milioni di euro della CNIL contro Google

Martedì
23:38:38
Febbraio
01 2022

Francia: il Consiglio di Stato convalida la sanzione di 100 milioni di euro della CNIL contro Google

View 981

word 886 read time 4 minutes, 25 Seconds

L'autorità francese per la protezione dei dati ("CNIL") ha annunciato, il 28 gennaio 2022, che il Consiglio di Stato aveva emesso, nella stessa data, la sua decisione, con la quale confermava la competenza della CNIL a sanzionare i cookie al di fuori di quello meccanismo di stop shop ai sensi del regolamento generale sulla protezione dei dati (regolamento (UE) 2016/679) ("GDPR"), a seguito dei ricorsi di Google LLC e Google Ireland Limited contro una sanzione di 100 milioni di euro emessa dalla CNIL nel dicembre 2020.

Contesto del caso

In particolare, a seguito del ricorso di Google LLC e Google Ireland Limited contro la decisione della CNIL, la CNIL ha precisato che la suddetta sanzione riguardava tre violazioni dell'articolo 82 della legge n. 78-17 del 6 gennaio 1978 sull'elaborazione dei dati, i file di dati e le libertà individuali ( come modificato in attuazione del GDPR) ('l'Atto'), in relazione al posizionamento di cookie pubblicitari sui computer degli utenti senza previo consenso o sufficiente informazione degli interessati.

Rilievi del Consiglio di Stato

Di conseguenza, il Consiglio di Stato ha ritenuto competente la CNIL ad emettere tali sanzioni. In particolare, il Consiglio di Stato ha confermato che all'utilizzo dei cookie non si applica il meccanismo dello sportello unico, disciplinato invece dalla Legge. Inoltre, il Consiglio di Stato ha osservato che i cookie in questione sono stati utilizzati da Google France e, in quanto tale, la CNIL era competente ai sensi della legge e non era obbligata a trasmettere le proprie conclusioni alla Commissione irlandese per la protezione dei dati ("DPC"), che agisce in qualità di autorità di controllo principale per Google ai sensi del #GDPR.

Risultati

In definitiva, il Consiglio di Stato ha confermato tutte e tre le violazioni ai sensi della legge e ha convalidato la sanzione inflitta a Google LLC e Google Ireland Limited.

Con decisione del 28 gennaio 2022, il Consiglio di Stato ha confermato la competenza della CNIL a sanzionare i cookie al di fuori del meccanismo dello sportello unico. Questa decisione fa seguito a un ricorso di GOOGLE LLC e GOOGLE IRELAND LIMITED contro la sanzione di 100 milioni di euro inflitta dalla CNIL nel dicembre 2020.

La decisione della CNIL del 7 dicembre 2020

Il 7 dicembre 2020 la CNIL ha irrogato una sanzione per complessivi 100 milioni di euro nei confronti delle società GOOGLE LLC e GOOGLE IRELAND LIMITED , in particolare per aver inserito cookie pubblicitari sui computer degli utenti del motore di ricerca search google.fr senza previo consenso o informazioni soddisfacenti.

Dans sa décision, la CNIL a retenu trois violations à l’article 82 de la loi Informatique et Libertés (transposant la directive « e-Privacy »).

Tout d’abord, la CNIL a relevé que lorsqu’un utilisateur se rendait sur la page google.fr, plusieurs cookies poursuivant une finalité publicitaire étaient automatiquement déposés sur son ordinateur sans action de sa part. Ce type de cookies n’étant pas essentiel au service, la CNIL a considéré que les sociétés n’avaient pas respecté l’obligation de recueillir le consentement des internautes avant le dépôt des cookies.

Successivamente, la CNIL ha ritenuto che il banner visualizzato in fondo alla pagina del motore di ricerca google.fr non consentisse agli utenti residenti in Francia di essere informati preventivamente e in modo chiaro sul deposito di cookie, in particolare sulle finalità di questi cookie e i mezzi per rifiutarli.

Infine, la CNIL ha ritenuto che il meccanismo proposto dalle aziende per rifiutare i cookie fosse parzialmente viziato. Infatti, quando un utente ha disattivato la personalizzazione degli annunci sulla ricerca di Google, un cookie pubblicitario è rimasto memorizzato sul suo computer e ha continuato a leggere le informazioni destinate al server a cui è collegato.

La sentenza del Consiglio di Stato del 28 gennaio 2022

Con decisione del 28 gennaio 2022, il Consiglio di Stato ha confermato la competenza della CNIL a sanzionare i cookie al di fuori del meccanismo dello sportello unico previsto dal GDPR e ha così convalidato la sanzione della CNIL pronunciata nei confronti di GOOGLE LLC e GOOGLE IRELAND LIMITED.

Il Consiglio di Stato conferma innanzitutto che al deposito dei cookie non si applica il sistema dello sportello unico previsto dal GDPR, che sono disciplinati dalla legge sulla protezione dei dati .

Ha inoltre rilevato che i cookie in questione essendo implementati nell'ambito delle attività di Google France, stabilimento in Francia delle società di Google, la CNIL era competente ai sensi di tale legge. Pertanto, non ha dovuto deferire il caso all'autorità irlandese per la protezione dei dati (DPC), che è l'autorità principale per le società di Google ai sensi del GDPR.

Il Consiglio di Stato ha ritenuto che l'esclusione del sistema dello "sportello unico" in tema di cookie fosse sufficientemente chiara da non dover adire la Corte di giustizia dell'Unione europea per una pronuncia pregiudiziale, come la gli hanno chiesto le aziende.

Nel merito, il Consiglio di Stato conferma le tre violazioni dell'articolo 82 del Codice Privacy sanzionate dalla CNIL: il deposito di cookie senza il preventivo consenso dell'utente, la mancata informativa all'utente e il parziale mancato rispetto del meccanismo proposto per rifiutare i cookie.

Infine, il Consiglio di Stato ritiene che l'importo delle sanzioni irrogate dalla CNIL non sia sproporzionato rispetto alla gravità delle violazioni, all'entità del trattamento e alle capacità finanziarie delle due società.
puoi prendere maggiori informazioni da questo link http://www.to5.me/3L

Source by Redazione


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Francia:...ro Google