Stati Generali della nuova comunicazione pubblica, a Catania il 15 ottobre la settima edizione dell’iniziativa di PA Social

Lunedì
12:09:56
Ottobre
11 2021

Stati Generali della nuova comunicazione pubblica, a Catania il 15 ottobre la settima edizione dell’iniziativa di PA Social

Al Comune di Catania torna l’appuntamento annuale organizzato dall’associazione nazionale per la comunicazione e informazione digitale

View 1.1K

word 704 read time 3 minutes, 31 Seconds

Torna l’appuntamento annuale con gli Stati Generali della nuova comunicazione pubblica che quest’anno si terranno il prossimo venerdì 15 ottobre a Catania. Al Palazzo della Cultura del Comune di Catania si farà dunque il punto su come il mondo della comunicazione e dell’informazione pubblica digitale sta cambiando e su quali saranno gli sviluppi futuri, con la presentazione delle novità e delle buone pratiche provenienti da tutto il Paese.

L’ evento, che si svolge ogni anno in una città diversa, è l’occasione per approfondire i cambiamenti della comunicazione pubblica e del lavoro quotidiano di comunicatori, giornalisti, manager della comunicazione digitale. Un momento di confronto prezioso, che oggi si rafforza anche grazie al bagaglio di esperienze maturate nel corso della pandemia, che ha accelerato alcuni processi di digitalizzazione e reso indispensabile un lavoro di perfezionamento dell’uso di alcuni canali di comunicazione nella pubblica amministrazione. L’appuntamento è organizzato da PA Social, dal Comune di Catania, dall’Università di Catania, dalla Fondazione Italia Digitale e con il patrocinio della Regione Siciliana.

Il programma si articolerà nel corso dell’intera giornata (9,30-17,30) e potrà essere seguito anche in diretta sui canali Facebook, LinkedIn, YouTube, Twitch di PA Social. La mattina (9,30-13,30) è prevista l’introduzione e i saluti istituzionali e a seguire un doppio approfondimento “Riforma digitale della comunicazione pubblica, se non ora quando” e “PNRR: il ruolo centrale della comunicazione e della divulgazione”, mentre a chiudere i lavori, prima della pausa, sarà la presentazione delle best practices con “Buone pratiche, esperienze dai territori”. Nel pomeriggio (15,30-17,30) sarà presentato il libro “Digitale. La nuova era della comunicazione e informazione pubblica. Storia e prospettive del modello italiano” (Francesco Di Costanzo con Domenico Bonaventura. Giunti Editore).

La partecipazione è gratuita (con green pass), posti limitati, necessaria iscrizione a questo link https://www.eventb...zione-171229330537. L’evento è organizzato nel rispetto delle misure anti Covid.

Programma

Ore 9:30

Saluti istituzionali e introduzione

Francesco Di Costanzo, presidente Associazione PA Social e Fondazione Italia Digitale

Salvo Pogliese, sindaco Comune di Catania

Francesco Priolo, rettore Università degli Studi di Catania

Marina Mancini, coordinatrice regionale PA Social Sicilia

“151”, una legge per il riconoscimento delle professionalità digitali e una nuova organizzazione del lavoro

Caterina Biti, senatrice Gruppo Partito Democratico

Massimiliano Capitanio, deputato Gruppo Lega

Maria Laura Mantovani, senatrice Gruppo Movimento 5 Stelle

Nazario Pagano, senatore Gruppo Forza Italia

Riforma digitale della comunicazione pubblica, se non ora quando

Modera: Rosario Gullotta, coordinatore regionale PA Social Sicilia e responsabile attività di informazione e comunicazione Comune di Giarre

Interventi di:

Nuccio Molino, responsabile ufficio stampa Comune di Catania

Guido Nicolosi, docente Università di Catania e Presidente Corso di Laurea in Sociologia delle reti, dell’informazione e dell’innovazione

Marzia Sandroni, coordinatrice tavolo Sanità PA Social, coordinatrice comunicatori Federsanità, responsabile Comunicazione Asl Toscana Sud Est

Giuseppe Del Rossi, presidente AIRF (Associazione italiana reporters fotografi)

Sergio Talamo, direttore Comunicazione Formez PA

PNRR: il ruolo centrale della comunicazione e della divulgazione

Modera: Giovanna Beccalli, giornalista e responsabile ufficio stampa e relazioni esterne AMAM

Interventi di:

Silvia Zucco, resposabile relazioni esterne Agenzia Dire

Marco Carrara, giornalista e conduttore Rai3 TIMELINE e Agorà

Francesco Nicodemo, portavoce Fondazione Italia Digitale

Francesco Pira, professore associato di sociologia Università di Messina e membro del Comitato Scientifico dell’Osservatorio nazionale sulla comunicazione digitale

Davide Arcidiacono, ricercatore Università di Catania

Livio Gigliuto, direttore Osservatorio nazionale sulla comunicazione digitale e vice presidente Istituto Piepoli

Buone pratiche, esperienze dai territori

Modera: Maria Billè, esperta in comunicazione sociale ed ex consigliera nazionale dell’Ordine degli Assistenti Sociali

Interventi di:

Marina Mancini, esperienze di Comune di Catania - Comune di Palermo - Parco dei Nebrodi - Comune di Bagheria

Marco Porcu, Comune di Ancona

Francesco Alleva, Comune di Bergamo

Agnese Fedeli, Firenze SMART

Lucio Lussi, Agenzia per la Coesione Territoriale

Simona Cortona, Comune di Perugia

Aurora Fantin, Università di Trieste

Sonia Giausa, Azienda Sanitaria Lecce

Simona Argento e Ken Curatola, ATAM Reggio Calabria

Giulio Nepi, Regione Liguria

Ore 15:30 - 17:30

Presentazione di “Digitale. La nuova era della comunicazione e informazione pubblica. Storia e prospettive del modello italiano” (Giunti Editore)

Francesco Di Costanzo, presidente di PA Social e Fondazione Italia Digitale

Domenico Bonaventura, giornalista e fondatore di velocitamedia.it

Adriana Laudani, docente Università degli Studi di Catania

Maurizio Consoli, direttore servizi digitali Comune di Catania

Fabio Aiello, speaker radiofonico

Santi Cautela, direttore Il Tirrenico

Source by Redazione


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Stati Ge...PA Social