Decalogo sul trattamento dei dati personali connesso alle iniziative volte a promuovere il completamento della vaccinazione dei soggetti appartenenti a tutte le categorie prioritarie

Mercoledì
02:54:51
Settembre
15 2021

Decalogo sul trattamento dei dati personali connesso alle iniziative volte a promuovere il completamento della vaccinazione dei soggetti appartenenti a tutte le categorie prioritarie

View 695

word 651 read time 3 minutes, 15 Seconds

Decalogo sul trattamento dei dati personali connesso alle iniziative volte a promuovere il completamento della vaccinazione dei soggetti appartenenti a tutte le categorie prioritarie: le regole da rispettare per la chiamata attiva dei soggetti da vaccinare in via prioritaria

Regione Abruzzo

Regione Basilicata

Regione Campania

Regione Calabria

Regione Emilia Romagna

Regione Friuli Venezia Giulia

Regione Lazio

Regione Liguria

Regione Lombardia

Regione Marche

Regione Molise

Regione Piemonte

Provincia Autonoma di Bolzano

Provincia Autonoma di Trento

Regione Puglia

Regione Sardegna

Regione Siciliana

Regione Toscana

Regione Umbria

Regione Valle d'Aosta

Regione Veneto

Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome

Decalogo sul trattamento dei dati personali connesso alle iniziative volte a promuovere il completamento della vaccinazione dei soggetti appartenenti a tutte le categorie prioritarie: le regole da rispettare per la chiamata attiva dei soggetti da vaccinare in via prioritaria.

Il quadro normativo vigente affida alle regioni e alle autonome le diverse prevenzione delle fasi della vaccinazione della provincia da SARS-CoV-2, ivi inclusa l'offerta attiva alle categorie di assistiti individuate in base ai indicati dal piano strategico nazionale vaccini ( art.20, comma 4, dl 22 marzo 2021, n.41).

Nella realizzazione delle iniziative alla chiamata attiva degli assistiti che alle categorie dei soggetti cui rivolgersi in via prioritaria la vaccinazione, l'Autorità ricorda la necessità di individuare modalità di trattamento dei dati personali degli interessati che, pur nel rispetto dell'esigenza di intervento tempestivamente in considerazione del contesto emergenziale, rispettino i principi fondamentali in materia di protezione dei dati personali (Regolamento UE 2016/679 e Codice in materia di protezione dei dati personali - dlgs 30 giugno 2003, n. 196).

A tal fine, l'Autorità, nella riunione del 22 luglio 2021, ha ritenuto utile fornire talune specifiche indicazioni, per i profili di competenza in materia di protezione dei dati personali, per conto delle regioni e autonome nell'offerta attiva alle categorie di assistiti, sintetizzate nel seguente DECALOGO:

  1. Rispetto del diritto a non essere vaccinato ;
  2. Rispetto della condizione in cui versano i soggetti che per motivi di salute non possono essere vaccinati ;
  3. Rispetto del principio di liceità del trattamento , proponendo una soluzione operativa che veda coinvolti solo soggetti operanti nell'ambito del servizio sanitario nazionale che hanno in cura l'interessato, in luogo di enti amministrativi operanti sul territorio (es. comuni); in tal senso sarebbe auspicabile il coinvolgimento , tramite le aziende sanitarie, dei medici di medicina generalea cui è nota la situazione sanitaria degli assistiti anche relativamente ad aspetti che sconsigliano la vaccinazione in assoluto o temporaneamente. Al riguardo, si rappresenta che anche in altre campagne di sensibilizzazione alla vaccinazione di altre patologie (es HPV) e all'adesione a programmi di screening tumorali, le asl ei medici di medicina generale inviano ai propri assistiti che rientrano nella cd popolazione target messaggi di sensibilizzazione e invito a vaccinarsi o di aderire alla campagna di screening;
  4. Utilizzo del Sistemi informativi regionali cui sono collegati i medici di medicina generale per l'accesso all'anagrafe nazionale vaccini, senza la creazione di nuove banche dati o di duplicazione di banche dati già esistenti;
  5. Rispetto del principio minimizzazione dei dati trattati, favorendo soluzioni che prevedano che il medico di medicina generale possa rivolgere l'invito alla vaccinazione ai propri assistiti utilizzando l'indirizzo di posta ordinaria o elettronica o il numero di telefonia mobile detenuto dallo stesso;
  6. Rispetto del principio di trasparenza : caratteristiche fornire agli elementi informativi essenziali sulle condizioni del trattamento contestualmente all'invio dell'invito alla vaccinazione;
  7. Rispetto del principio di limitazione delle finalità : il trattamento dei dati degli interessi deve essere limitato alla campagna di sensibilizzazione;
  8. Divieto della raccolta della mancata vaccinazione rispettando il principio di non discriminazione, in virtù del quale deve essere garantito che non ci sia nessuna conseguenza pregiudizievole nei confronti dei soggetti che eventualmente non rispondano alla campagna di sensibilizzazione;
  9. Divieto di comunicazione dei dati a terzi e di diffusione dei dati trattati nell'ambito della suddetta campagna di sensibilizzazione;
  10. Rispetto del principio di integrità e riservatezza , assicurando l'adozione di misure ed organizzative adeguate a mitigare il rischio di trattamenti non autorizzati o illeciti e di perdita o distruzione dei dati.

Source by GPDP


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Decalogo...ioritarie