Comune di Genova - Nuovi sistemi di mobilità urbana: convegno sull’ascensore di villa Scassi

MOVE

MOVE

Mercoledì
11:54:59
Febbraio
22 2017

Comune di Genova - Nuovi sistemi di mobilità urbana: convegno sull’ascensore di villa Scassi

View 131.2K

word 490 read time 2 minutes, 27 Seconds

È intitolata "Nuovi sistemi per la mobilità urbana" la giornata di studio che si è tenuta oggi nel Salone di Rappresentanza di Palazzo Tursi a cura di #CIFI , collegio ingegneri ferroviari italiani, Università degli Studi di #Genova, #AMT, azienda mobilità e trasporti, Ordine degli Ingegneri di Genova e l'associazione #Metrogenova.

Il programma dell'incontro, che ha preso il via con i saluti dell'assessore alla mobilità del Comune di Genova, Anna Maria Dagnino, ha toccato i temi: impianti speciali ruolo e caratteristiche, a cura di Riccardo Genova, preside Cifi Genova; impianti per superare dislivelli urbani trattato da Federico Mazzetta; il contributo genovese allo sviluppo di nuovi sistemi per la mobilità urbana curato da Michele Montanari; il nuovo impianto di villa Scassi, presentato da Andrea Maspero e, infine, Walter Finkbohner che ha parlato di accessibilità e mobilità verticale.



Il convegno ha fatto anche il punto su tecnologia e sicurezza e sulle esperienze di una città dall’orografia difficile come Genova, da sempre considerata la città più verticale d’Italia. Il capoluogo ligure è dotato di un sistema di impianti verticali, pubblici e privati, come ascensori e funicolari, unico nel suo genere, a cui si è recentemente aggiunto l'ascensore di Villa Scassi, riaperto alla cittadinanza nel dicembre scorso, a pendenza variabile con una sala macchine e caratteristiche all’avanguardia.

Fortemente richiesto dai cittadini di Sampierdarena, permette di collegare via Cantore con corso Scassi, consentendo in una sola ora di trasportare 420 persone (14 le corse previste in 60 minuti) e unendo, in ottanta secondi, la parte bassa con la parte alta del popoloso quartiere dove è operante l’ospedale della Asl 3.

"L'incontro di questa mattina - ha detto l'assessore alla mobilità Anna Maria Dagnino - è dedicato all'ascensore di villa Scassi che rappresenta il superamento della discontinuità tra avanzamento orizzontale e verticale, le cui caratteristiche sono la qualità del manufatto, l'alta tecnologia e la sua unicità, a conferma della lunga tradizione del trasporto verticale genovese".

L’ascensore di villa Scassi, infatti, è dotato di un sistema che permette alla cabina di percorrere il tratto in piano e il tratto in salita senza soluzione di continuità.

Genova ha una tradizione secolare nella progettazione e costruzione di ascensori e funicolari. Nell'800 e nei primi decenni del '900 si aprono diversi impianti, come la funicolare sant'Anna, la Zecca-Righi e la cremagliera Principe-Granarolo. Lo scorso anno è stato inaugurato l'ascensore inclinato di Quezzi, che va ad aggiungersi ai 12 ascensori verticali attivi.

"Già a partire dalla fine del XIX secolo - ha concluso l'assessore alla mobilità - la nostra città, per buona parte edificata in collina, si è dotata di una serie di strutture di mobilità verticale, un sistema interconnesso di funicolari, cremagliere e ascensori, che risponde a una logica di mobilità sostenibile e che rappresenta un valore su cui questa amministrazione ha puntato sin dal suo inserimento. Per questo motivo vogliamo rilanciare l’idea di un nuovo ascensore al servizio di Carignano e dell'Ospedale Galliera".

Source by Comune_di_Genova


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Comune d...la Scassi