Roma. Acque avvelenate da Arsenico. Divieto totale di utilizzo per consumo umano

Lunedì
00:00:00
Marzo
03 2014

Roma. Acque avvelenate da Arsenico. Divieto totale di utilizzo per consumo umano

Sono 500 le utenze in aree rurali dei Municipi XIV e XV interessate dal divieto di utilizzo di acqua

View 4.6K

word 2.0K read time 10 minutes, 14 Seconds

Roma – l’Assessorato allo Sviluppo delle Periferie, Infrastruttue e Manutenzione Urbana precisa che il divieto di utilizzo di acqua per il consumo umano emesso tramite ordinanza n.36 del 21 febbraio 2014 riguarda un numero molto limitato di utenti dei municipi XIV e XV. 

Si tratta di circa 500 utenti con allaccio agli acquedotti rurali dell’agenzia regionale ARSIAL: Malborghetto, Brandosa, Casaccia, Casal di Galeria, Monte Oliviero, Piansaccoccia, Camuccini.

Le zone interessate sono esclusivamente: Malborghetto (XV Municipio), aree ex ente Maremma di Osteria Nuova (XV Municipio), Santa Maria di Galeria (XIV Municipio), Tragliatella (XIV Municipio), Piansaccoccia (XIV Municipio), alcune aree del consorzio di Cerquette Grandi (XIV Municipio).

In particolare si fa presente che i quartieri di Labaro, Primavalle, Giustiniana, a differenza di quanto riportato da alcuni organi di stampa, non sono interessati dal provvedimento. Il provvedimento è stato adottato in base ad un principio di precauzione ed è volto ad intervenire su una situazione nota da molto tempo che riguarda la riqualificazione degli acquedotti rurali per adattare l’acqua erogata alla modifica dei parametri europei. L’agenzia regionale ARSIAL rende noto che da due anni sulle bollette delle proprie utenze è riportata la dicitura 'acqua non potabilè. Come previsto dall’ordinanza l’ARSIAL provvederà ad assicurare il rifornimento alle utenze interessate a partire dalle prossime ore.

L’elenco di tutte le utenze interessate è disponibile a questo link a fine pagina.

Per chiarimenti e informazioni supplementari contattare lo 060606.

Redazione Lady Silvia: Silvia Michela Carrassi

Dipartimento Sviluppo Infrastrutture e Manutenzione Urbana
Direzione Urbanizzazioni Primarie
U.O. Opere igieniche, ciclo delle acque e rapporti con Acea Ato2|

ORDINANZA DEL SINDACO N 35.del.21 FEB..2014.

IL SINDACO

PREMESSO

che sul territorio di Roma Capitale insistono i seguenti acquedotti in gestione all’ ARSIAL, i quali saranno oggetto di trasferimento, ope legis, alla stessa Roma Capitale e, successivamente, di affidamento in gestione ad ACEA AT0/2 S.p.A., ai sensi della convenzione istitutiva del S.I.I. - atto Rep n. 70450 Racc. n. 14765, a rogito Notaio Dott. Paolo Silvestro, in data 6 agosto 2002 - :

  • Malborghetto
  • Vallelunga- S.Isidoro (comunemente indicato come S.Isidoro) Piansaccoccia
  • Monte Oliviero
  • S. Maria Galeria (indicato da ARSIAL come “Casale di Galeria“) Malvicino
  • Olgiata
  • Casaccia S. Brigida (spesso indicato anche come risultante dell’ “Acquedotto Casaccia“ e dell’ “Acquedotto S. Brigida“)
  • Brandosa

che, inoltre:

nel territorio del Municipio XIV (ex XIX) di Roma Capitale, numerosi utenti sono serviti dali' acquedotto ARSIAL, denominato Tragliata, che insiste prevalentemente sul territorio def comune di Fiumicino e solo parzialmente nel territorio del Municipio XIV (ex XIX), nel territorio del Municipio XV (ex XX) di Roma Capitale, alcuni utenti sono serviti dali'acquedotto ARSIAL, denominato Camuccini, che ha il pozzo di presa nel comune di Sacrofano, per interessare poi parzialmente il territorio del Municipio XV (ex XX);

che i suddetti acquedotti versano in uno stato tale da richiedere- nelle more del trasferimento dall’ARSIAL a Roma Capitale e quindi dell’affidamento della gestione ad ACEA AT02 S.p.A.- il preventivo risanamento dègli impianti da parte di ACEA AT02 S.p.A.; a tal fine, in data 25 1Ilarzo 1998, è stato sottoscritto un Protocollo d'Intesa tra Regione Lazio, ARSIAL, Comune di Roma, Comune di Fiumicino ed A.C.E.A. finalizzato al trasferimento degli acquedotti ARSIAL ricadenti nel Comune di Roma e nel Comune di Fiumicino ed all’elaborazione, nel periodo di transizione da parte di A.C.E.A., di un Piano di intervento e di adeguamento degli acquedotti;

“PER COPIA CONFORME ALl’ORIGINALE“

che, con deliberazione della Giunta Regione Lazio n. 1209 del 21 novembre 2003 è stato approvato uno schema di Protocollo d' Intesa, che prevedeva lo stanziamento da parte della Regione Lazio di un finanziamento di 13,5 milioni di euro a valere sul Bilancio di previsione pluriennale

2004/2005/2006, per la ristrutturazione, l’ adeguamento e la manutenzione straordinaria legata alla gestione di n. 14 schemi acquedottistici, ricadenti nei comuni di Roma e Fiumicino;

che in data 28 marzo 2004 è stato sottoscritto il Protocollo d'Intesa, di. cui sopra, tra Assessorato Regionale all’ Ambiente, Comune di Roma, Comune di Fiumicino, ATO 2 “Lazio Centrale“ Roma, ARSIAL, ACEA AT02 S.p.A. per “interventi di sistemazione degli acquedotti ARSIAL e trasferimento degli stessi ai comuni di Roma e Fiumicino e loro inclusione nel Servizio Idrico Integrato“;

vista la nota ARSIAL prot. n. 0003237/2011 con la quale- alla luce delle disposizioni impartite dalla Regione Lazio, in materia di qualità delle acque destinate al consumo umano ed in particolare di scadenza della concessione di deroghe per il parametro “arsenico“ - è stato chiesto al Sindaco di Roma Capitale, ai sensi del disposto dell’art. l O del D.Lgs. n. 311200 l, nelle more del collegamento degli acquedotti e della loro presa in carico da parte di ACEA ATO 2 S.p.A., di intraprendere tutti i provvedimenti d'ordine richiamati nel parere della Comunità Europea del 28 ottobre 2010 e nelle raccomandazioni dell’Istituto Superiore di Sanità, concernenti il superamento dei valori del parametro “arsenico“;

considerato che è stata richiesta e sollecitata da questa Amministrazione con note prot. QN/5316/2012,prot. QN/55555/2012, prot. QN/59723/2013, prot. QN/22/2013, prot. QN/9519/2013 e prot. QN/14079/2013, rispettivamente:

all’ARSIAL, in qualità di attuale gestore degli impianti, la conferma dell’elenco delle strade e dei Municipi XIV (ex XIX) e XV (ex XX) di Roma Capitale servite dai suddetti acquedotti;

all’Azienda USL Roma C - U.O.C. Servizio Interzonale -la disponibilità di analisi recenti e/o l’effettuazione di analisi chimiche e batteriologiche relative alla potabilità dell’acqua dei suddetti acquedotti in relazione ai principali parametri di legge (colibatteri, floruri, arsenico), ai sensi del D.Lgs.n. 31 /2001;

alla società ACEA AT02 S.p.A., lo stato di attuazione del Piano di ·Risanamento degli

schemi acquedottistici ARSIAL di cui al Protocollo d'Intesa del 25 marzo 1998 di cui sopra;

vista la nota prot.n. 1679/2013, con la quale ARSIAL ha comunicato l’elenco delle proprie utenze nelle strade dei Municipi XIV (ex XIX) e XV (ex XX) di Roma Capitale servite dai citati acquedotti;

preso atto che, nella suddetta nota prot. n. 1679/2013, così come integrata dalla nota prot. n.

8076/18.12.2013, ARSIAL ha precisato che le strade servite dagli acquedotti “Malvicino“, “S. Isidoro“, “Olgiata“ ed inoltre via di Valle Murricana fino al civico 840 escluso (acquedotto Camuccini), via Castelleone, via Volongo, via Sarta Cornelia e via del Fosso di Monte Oliviero (acquedotto Monte Oliviero) sono alimentate con acqua ACEA, mentre la via Mapello e via di Valle Murricana dal civico 840 in poi (sempre servite dall’acquedotto Camuccini) non sono alimentate da acqua ACEA e via Prato della Corte (servite dall’Acquedotto Monte Oliviero) sono alimentate con acque provenienti da pozzi ARSIAL;

vista la nota ACEA ATO 2 prot. n. 3076113, acquisita da Roma Capitale- Dipartimento S.I.M.U. con protocollo QN/7287/2013, con la quale la stessa Società ha relazionato sullo stato di attuazione del Piano di Risanamento degli schemi acquedottistici di cui sopra;

preso atto che l’Azienda USL Roma C, a seguito dell’effettuazione di apposite analisi le cui

· risultanze sono state comunicate con le note di seguito indicate, ha evidenziato che tra gli acquedotti di cui trattasi quelli di seguito elencati presentano acqua con caratteristiche chimiche e batteriologiche ovvero solo batteriologiche non adatte al consumo umano a causa del superamento dei valori di parametro prescritti di cui al D.Lgs. n. 31 /2001:

Acquedotto Malborghetto (nota Azienda USL Roma C prot. n. 351/2013);

Acquedotto Camuccini (che ha il pozzo di presa nel comune di Sacrofano e distribuisce, peraltro, anche nel territorio di Roma Capitale), in via di Valle Murricana dal civico 840 (incluso) in poi e in via Mapello (note Azienda USL Roma C prot. n. 351/2013 e prot. n. 2211117.12.13);

Acquedotto Piansaccoccia (note Azienda USL Roma C prot. nn. 530/2013, 557/2013 e 876/2013);

Acquedotto Monte Oliviero, solo per via Prato della Corte (nota Azienda USL Roma C prot. n. 2211117.12.2013);

Santa Maria di Galeria (Casale di Galeria) (note Azienda USL Roma C prot. nn. 557/2013 e 876/2013) che presenta solo inquinamento batteriologico, e Brandosa (note Azienda USL Roma C prot. nn. 530/2013, 557/2013 e 876/2013);

Acquedotto Casaccia- S. Brigida (nota Azienda USL Roma C prot. n. 876/2013);

preso atto, altresì, che l’azienda USL Roma C, con nota prot. n. 89/17.01.2014, ha comunicato che gli esami chimici e batteriologici eseguiti sui campioni di acqua prelevati presso il civico 779 in via di Valle Murricana (acquedotto Camuccini) hanno fornito valori di parametro conformi a quelli fissati dal D.Lgs. n. 31/2001 e s.m e che tali parametri risultano essere quelli caratteristici dell’acqua fornita da acquedotto ACEA;

ravvisata l’urgente necessità di disporre a tutela e salvaguardia della salute pubblica, sulla base dei principi di massima precauzione, il divieto dell’utilizzo dell’ acqua per il consumo umano per le utenze ARSIAL nelle strade dei 1v1unicipi XIV (ex XIX) e XV (ex XX) di Roma Capitale servite dagli acquedotti di cui al precedente alinea, elencate nell’allegato “A“ che costituisce parte integrante della presente Ordinanza;

visto il Decreto del Presidente della Repubblica n. 236/88 e successive modifiche ed integrazioni;

visto l’ art. 50 del Testo Unico della Legge sull’Ordinamento degli Enti Locali Decreto

Legislativo 18 agosto 2000, n. 267;

per quanto sopra esposto:

ORDINA

ai fini della tutela e della salvaguardia della salute pubblica:

  • agli utenti ARSIAL (ivi incluse tutte le attività produttive) presenti a vario titolo nelle strade dei Municipi Roma XIV (ex XIX) e XV (ex XX) di Roma Capitale, di cui all’allegato “A“ alla presente Ordinanza, servite dagli acquedotti Malborghetto, Camuccini, solo per via di Valle Murricana dal civico 840 in su e via Mapello, Piansaccoccia, Monte Oliviero, solo per via Prato della Corte, Santa Maria di Galeria (Casale di Galeria), Brandosa, Casaccia- S. Brigida, che presentano acqua con caratte r.s1i che utilizzo dell’acqua per il consumo umano fino al 31 dicembre 2014, nelle more del risanamento dei predetti acquedotti ad opera dell’ACEA AT02 S.p.A:;
  • ad ACEA AT02 S.p.A. di porre in essere, entro il termine sopra indicato gli interventi di risanamento di cui in premessa;
  • All’ARSIAL- con sede in Via Rodolfo Lanciani n. 38- 00162 ROMA:
    • di assicurare, puntualmente, la fornitura di acqua per il consumo umano mediante punti di rifornimento opportunamente dislocati sul territorio delle strade di cui all’allegato “A“;
    • di prowedere immediatamente all’eliminazione dell’inquinamento batteriologico dandone riscontro all’Amministrazione;
  • alle Aziende Unità Sanitaria Locale Roma C (ASL Roma C) e Roma E (ASL Roma E), ognuna per quanto di competenza di effettuare - avvalendosi del laboratorio acque ad uso umano dell’ARPA LAZIO, Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale del Lazio, Sez. Provinciale - i controlli esterni previsti dall’art. 8 del D.Lgs. n. 31/200 l al fine di verificare che le acque provenienti dagli acquedotti di cui in premessa soddisfino i requisiti del predetto decreto legislativo..

Alla presente Ordinanza sarà data la massima diffusione mediante pubblicazione ali'albo Pretorio, sul sito istituzionale di Roma Capitale e mediante affissione di pubblici awisi nei Municipi Roma XIV (ex XIX) e Roma XV (ex XX), in corrispondenza in particolare dei civici delle strade di cui ali'allegato “A“.

Copia della presente Ordinanza dovrà essere noti:tìcata, per quanto di propria competenza:

  • Alla S.T.O. dell’ Autorità AT02-Lazio Centrale-Roma, in Via Cesare Pascarella n. 31 - 00153 ROMA
  • Alla ACEA AT02 S.p.A. in Piazzale Ostiense n. 2-00154 ROMA
  • Al Comando Generale della Polizia Municipale di Roma Capitale
  • All’Ufficio Stampa di Roma Capitale
  • All’ARPA LAZIO Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale del Lazio Sez. Provinciale Laboratorio Acque ad uso umano, in Via Giuseppe Saredo, n. 52 - 00173 ROMA
  • Al Dipartimento di prevenzione S.I.A.M. -ASL RMC, in Via Casilina, n. 395 -ROMA
  • All’Azienda Unità Sanitaria Locale Roma C - D.O.C. Servizio Interzonale, in Viale Castrense, n. 5/D - 00182 ROMA
  • All’Azienda Unità Sanitaria Locale Rmna E (ASL Roma E) -Borgo S. Spirito, n. 3 - 00193 Roma
  • All’Azienda Unità Sanitaria Locale Roma E (ASL Roma E), Servizi Veterinari -D.O.C. Veterinaria A- Piazza S. Maria della Pietà. n. 5-00135 Roma
  • Alla Regione Lazio - Direzione Infrastrutture, Ambiente e Politiche Abitative - Area Risorse Idriche e Servizio Idrico Integrato, Viale del Tintoretto, 432- 00142 Roma;
  • All’ARSIAL - Servizio Patrimoniale, nella persona del Dirigente Ing. Carlo Gabrielli, Via Rodolfo Lanciani n. 38- 00162 ROMA.
  • Al Presidente del Municipio Roma XIV (ex XIX)
  • Al Presidente del Municipio Roma XV (ex XX)

Il segretario generale
Dott. Liborio Iudicello

IL SINDACO
Prof. Ignazio R. Marino

Link diretto del PDF:
_OrdinanzaSindaco36_2014.pdf

Source by Silvia_Michela_Carrassi


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Roma. Ac...umo umano
from: ladysilvia
by: carabinieri