A Festa Polizia; "Per questore ordinanze sicurezza, ma centrosinistra vuole cacellarle”

Sabato
14:51:54
Maggio
21 2011

A Festa Polizia; "Per questore ordinanze sicurezza, ma centrosinistra vuole cacellarle”

De Corato A Festa Polizia; "Per questore ordinanze essenziali per la sicurezza ma il centrosinistra le vuole cancellare. Altro Che ‘Laboratorio Sociale Via padova”Su 462 apppartamenti controllati dalla polizia locale scoperti 280 irregolari ed effettuate 199 denunce per diversi reati. ma pisapia vuole legalizzare i clandestini sulla pelle dei milanesi

View 4.0K

word 468 read time 2 minutes, 20 Seconds

Milano: "Il buonismo del centrosinistra è quello dei buoni a nulla. E con quelle premesse non si va lontano, ma si va a sbattere contro il muro. Via Padova viene indicata come ‘laboratorio sociale nel programma di Pisapia. Un frullato di niente, ma con il mielismo non si amministra. La realtà è unaltra. In via Padova su 34.301 residenti 9.237 sono stranieri, il 26,9%, quasi 4 volte la media nazionale.

Un aumento che è stato del 144 % solo negli ultimi dieci anni. Oggi il questore Alessando Marangoni alla Festa della Polizia ha detto che le ordinanze sono essenziali per la sicurezza. Quelle ordinanze che Pisapia vuole invece cancellare (pag.5 del programma). Grazie a quei provvedimenti, solo su via Padova i vigili, a seguito del controllo di 462 appartamenti, hanno denunciato o arrestato 280 clandestini. Altre 199 denunce sono scattate per altri reati di cui 37 in materia di impianti a gas pericolosi per lincolumità delle persone. Cioè senza lintervento dei vigili, che hanno richiamato lausilio di A2a e dei Vigili del Fuoco, potevano esplodere gli appartamenti.”.

Lo afferma il vice sindaco e assessore alla Sicurezza Riccardo De Corato, che è candidato al Consiglio Comunale di Milano come secondo capolista per il Popolo della Libertà, presente alla Festa della Polizia al Teatro dal Verme.

"E bene fare chiarezza- sottolinea De Corato -. Perché il ‘laboratorio via Padova ha ben altro significato. La realtà è che la sinistra vuole legalizzare i clandestini sulla pelle dei milanesi. E in futuro vuole dare il voto agli immigrati per allargare il proprio bacino elettorale, fregandosene degli effetti dirompenti sul piano della sicurezza e dellimpennata dei costi economico-sociali di cui pagheranno i cittadini.

Questa è la partita in gioco. Il clandestino, per il centrosinistra, non è chi commette un reato penale. Chi si nasconde sotto decine di alias diversi per sfuggire alle maglie della giustizia. Non è il responsabile di 8 reati su 10 che creano allarme sociale (dato del capo della polizia Antonio Manganelli), dalle rapine alle violenze sessuali.

No, per il centrosinistra milanese è lo ‘schiavo del 2000 (pag. 26 del programma). E dunque se le parole hanno un senso dovrà essere liberato ovvero legalizzato A Milano ci sono 31 mila clandestini (50 mila per la Cgil). E Pisapia vuole spalancare le porte della città ad altre decine di migliaia di nordafricani. In linea con il progetto dellex ministro del governo Prodi e compagno Paolo Ferrero. Che voleva svincolare lingresso degli irregolari dalla disponibilità di un contratto di lavoro. La bomba dellimmigrazione dal Maghreb non è ancora esplosa. Sappiamo come è finito Prodi con queste idee. Pisapia farà altrettanto”.

Source by Riccardo_De_Corato


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / A Festa ...llarle”