La creatività dei giovani è una risorsa per lo sviluppo

Giovedì
19:35:03
Marzo
24 2011

La creatività dei giovani è una risorsa per lo sviluppo

Il Sindaco “Un grande esempio di rigenerazione del territorio fatto di verde, servizi e trasporti“ e Commissario straordinario per Expo, Letizia Moratti, insieme con Giuseppe Sala, ad di Expo 2015, è intervenuta al Salone dello Studente: “L’apporto dei ragazzi sarà fondamentale per l’Esposizione Universale“

View 3.3K

word 1.2K read time 5 minutes, 56 Seconds

Milano: Un nuovo quartiere per lExpo 2015. E stato presentato questa mattina il Masterplan dellarea Cascina Merlata che si estende su una superficie di oltre 520mila mq e ospiterà il Villaggio Expo 2015 per poi essere riconvertita in residenze e servizi.

"Cascina Merlata è una nuova tappa di avvicinamento ad Expo 2015 nata da un Accordo di Programma nel quadro del nuovo Pgt. Un esempio di rigenerazione di unarea urbana finora esclusa dallutilizzo pubblico – spiega il Sindaco Letizia Moratti – Un vero progetto di grande architettura e progettazione del verde, fatto di servizi pubblici, parchi, aree per la cultura e lo sport, housing sociale, al fine di garantire una casa per tutti, e snodi di trasporto fondamentali per Milano”.

Presenti con il Sindaco Moratti alla presentazione del Masterplan lassessore allo Sviluppo del territorio Carlo Masseroli, lAmministratore Delegato di Expo Milano 2015 Giuseppe Sala, lAmministratore Delegato di Cascina Merlata Alessandro Pasquarelli e gli architetti Paolo Caputo e Antonio Citterio.

Situata in prossimità del polo fieristico di Rho- Pero, dellarea Expo 2015 e della direttrice Nord-Ovest prioritaria per il futuro sviluppo della città, Cascina Merlata mira a promuovere la realizzazione di un innovativo habitat metropolitano progettato secondo avanzati principi della sostenibilità ambientale.

Cascina Merlata Spa, società promotrice del progetto, ha indetto nel gennaio 2008 un concorso di idee per la redazione del masterplan dellarea, a cui sono stati invitati a partecipare undici fra i maggiori studi di architettura italiani tra cui Antonio Citterio Patricia Viel and Partners, Caputo Partnership e MCA, che sono poi risultati vincitori ex – aequo. In seguito la progettazione architettonica è stata affidata ai primi due studi, che hanno elaborato lattuale masterplan che prevede un mix funzionale a destinazione residenziale, pubblica, terziaria, ricettiva e commerciale.

Le residenze avranno una superficie totale di 323.507 mq e saranno suddivise in diverse tipologie, libera, convenzionata e agevolata. Sorgeranno allinterno di un parco pubblico attrezzato di 200 mila mq circa, integrato con il contesto territoriale e con gli spazi a verde preesistenti ai margini dellarea, attraversato dal percorso ciclopedonale "raggio verde 7” che collega il centro di Milano con larea Expo. A questarteria verde si aggiungono gli oltre 6 Km di piste ciclabili e la passerella pedonale che permetterà di raggiungere a piedi lExpo.
è inoltre prevista la realizzazione di funzioni di interesse pubblico, integrate con il sistema degli spazi verdi e connesse alla rete dei collegamenti, a servizio del quartiere e dellintera città.
Uno degli elementi qualificanti del progetto è proprio il sistema degli spazi pubblici, in particolare il parco che non è concepito, come spesso accade, come elemento di "risulta”, ma con un ruolo centrale nel progetto.
Insieme con le piazze e le corti giardino, funge da elemento connettivo tra i diversi luoghi progettati: residenze, attrezzature pubbliche, servizi e contesto generale. Questa connessione si ispira agli elementi urbani classici delle città storiche italiane.
Il dialogo con gli uffici pubblici si arricchirà con la realizzazione di un complesso scolastico - che si svilupperà su unarea di 12.000 mq e sarà destinato alla scuola per linfanzia e alla formazione primaria e secondaria – due asili nido e un centro socio ricreativo per anziani.
Il quartiere di Cascina Merlata sarà fortemente orientato ai principi della sostenibilità e allutilizzo di tecnologie avanzate per ridurre limpatto ambientale. Ad esempio, la climatizzazione estiva sfrutterà lo scambio termico con lacqua di falda e il progetto della vegetazione mirerà ad attenuare il calore sugli edifici.
A completare il mix funzionale, a nord, in prossimità dellautostrada Milano – Torino, è previsto linsediamento di un centro commerciale di 45 mila mq, di un albergo di 15 mila mq e di uffici per 10 mila mq.
La trasformazione urbanistica dellarea di Cascina Merlata porterà alla nascita di un polo territoriale in stretta relazione con le aree che andranno a ospitare il pubblico internazionale in visita al polo fieristico di Rho–Pero e allExpo 2015. Molte opere saranno realizzate entro aprile 2015, tra cui il parco centrale attrezzato che collegherà via Gallarate con la piazza su cui si attesterà la passerella pedonale verso Expo, la connessione con il "raggio verde 7” che collegherà il centro di Milano con larea Expo, il recupero del fabbricato Cascina Merlata anche per attività connesse allevento espositivo universale, il collegamento A4-via Gallarate e quasi tutta la viabilità interna al nuovo quartiere.

LE RESIDENZE DI CASCINA MERLATA
Avranno una superficie totale di 323.507 mq, sorgeranno allinterno del parco pubblico attrezzato e saranno suddivise in diverse tipologie: libera, convenzionata e agevolata. Tutti i parcheggi degli edifici privati saranno interrati.

IL PARCO E IL VERDE DI CASCINA MERLATA
Il progetto definitivo è caratterizzato dalla presenza di un Parco pubblico, attrezzato, di oltre 200 mila mq. Il percorso del verde di Cascina Merlata sarà continuo in ogni parte dellarea: dal Parco vero e proprio, alle isole intorno alle residenze, alle corti interne. Un unicum che attraversa e percorre tutta Cascina Merlata per una lunghezza di circa 2 Km ed una larghezza di circa 120 m, misura studiata per rendere il verde vivibile e sicuro grazie a un presidio visivo continuo da ogni posizione.
Il Parco sarà caratterizzato da un mix di essenze tipiche della Lombardia, come querce, frassini, ciliegi e tigli che saranno integrate tra loro per rispondere al meglio alle due funzioni principali di schermo e di guida.
La via di accesso al Parco avrà una larghezza di circa 200 metri, ideata per mettere in luce la presenza della Cascina. Da questa entrata, durante lExpo, è previsto lingresso pedonale alla fiera internazionale.
Diverse funzioni di interesse pubblico saranno inoltre integrate con il sistema degli spazi verdi e connesse alla rete dei collegamenti, a servizio del quartiere e dellintera città: il plesso scolastico, posizionato in maniera strategica rispetto al Parco nel punto di migliore esposizione e accesso dai quartieri limitrofi, e i centri sportivi.
Ai 200 mila mq del Parco di Cascina Merlata si sommano i confinanti 180 mila mq di proprietà del Comune di Milano dove sono presenti le attività dellAMSA e della Protezione Civile, che garantiscono anche in questarea un presidio continuo.

LE PISTE CICLABILI DI CASCINA MERLATA
Il parco si integra al contesto territoriale, agli spazi verdi preesistenti ai margini dellarea ed è collegato al percorso ciclopedonale "raggio verde 7”, che collega il centro di Milano con larea Expo. A questarteria verde si aggiungono gli oltre 6 Km di piste ciclabili e la passerella pedonale che permetterà di raggiungere a piedi lExpo.

IL CENTRO TERZIARIO-COMMERCIALE DI CASCINA MERLATA
Oltre alle residenze, il progetto nella parte nord prevede un insediamento di più edifici, tra cui un albergo, uffici e un centro commerciale che avrà una superficie di 45 mila mq e si svilupperà su tre piani. I primi due piani, posti a livello delle residenze, saranno dedicati ai parcheggi e il piano superiore, posto a livello autostradale, sarà dedicato al centro commerciale vero e proprio che ospiterà un ipermercato alimentare, una galleria commerciale composta da più strutture di vendita ed uno spazio adibito al tempo libero, con centri dedicati al food, al leisure e al fitness.

Source by Letizia_Moratti


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / La creat... sviluppo