Federalismo municipale ai nastri di partenza

Sabato
11:44:44
Agosto
07 2010

Federalismo municipale ai nastri di partenza

View 134.5K

word 668 read time 3 minutes, 20 Seconds

Roma: Con l’approvazione preliminare da parte del Consiglio dei ministri del 4 agosto, è iniziato l’iter del quarto decreto attuativo del federalismo fiscale.

Il provvedimento contiene le norme riguardanti l’autonomia impositiva dei comuni, nel quadro della devoluzione fiscale delineata dalla legge delega n.42/2009.

Il decreto prevede due fasi:
- una prima fase di avvio (di durata triennale:2011-2014) durante la quale i Comuni riceveranno il gettito dei tributi immobiliari, nell’assetto attuale;

- una seconda fase, a partire dal 2014, quando saranno introdotte nell’ordinamento fiscale due nuove forme di tributi propri:
1. un’imposta municipale propria
2. un’imposta municipale secondaria facoltativa.

La prima sostituirà , per la componente immobiliare, l’imposta sul reddito delle persone fisiche e le relative addizionali per i redditi fondiari relativi ai beni non locati, l’imposta di registro, l’imposta ipotecaria, l’imposta catastale, l’imposta di bollo, l’imposta sulle successioni e donazioni, le tasse ipotecarie, i tributi speciali catastali e l’imposta comunale sugli immobili; essa non si applicherà al possesso dell’abitazione principale.

La seconda, potrà essere introdotta, dall’anno 2014 e con esclusione degli immobili ad uso abitativo, per sostituire una o più delle seguenti forme di prelievo: la tassa per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche, il canone di occupazione di spazi ed aree pubbliche, l’imposta comunale sulla pubblicità e i diritti sulle pubbliche affissioni, il canone per l’autorizzazione all’installazione dei mezzi pubblicitari, l’addizionale per l’integrazione dei bilanci degli enti comunali di assistenza.

In sintesi il provvedimento prevede:

- la devoluzione ai Comuni, relativamente agli immobili ubicati nel loro territorio, del gettito derivante da alcune imposte tra cui l’imposta di registro, ipotecaria e catastale, l’IRPEF relativa ai redditi fondiari (escluso il reddito agrario), l’imposta di registro e di bollo sui contratti di locazione relativi ad immobili, i tributi speciali catastali, le tasse ipotecarie, la nuova cedolare secca sugli affitti. Vengono stabilite misure finalizzate a rafforzare la capacità di gestione delle entrate comunali e ad incentivare la partecipazione dei Comuni all’attività di accertamento tributario;

- l’istituzione di una nuova imposta cosiddetta cedolare secca sugli affitti, che il proprietario di immobili locati avrà facoltà di scegliere in alternativa a quello attuale. A decorrere dall’anno 2011 il canone di locazione relativo ai contratti stipulati per immobili ad uso abitativo, e relative pertinenze affittate congiuntamente all’abitazione, potrà essere assoggettato, se il locatore così deciderà , a questa nuova imposta sostitutiva dell’IRPEF e delle relative addizionali, nonchè dell’imposta di registro e dell’imposta di bollo sul contratto di locazione. La cedolare secca potrà essere applicata anche ai contratti di locazione per i quali non sussiste l’obbligo di registrazione.

“Con il varo di questo decreto- ha dichiarato il ministro per i Rapporti con le regioni e la coesione territoriale Raffaele Fitto - il Governo pone un altro importante tassello nella costruzione del federalismo fiscale“. L’autonomia impositiva dei comuni - ha aggiunto Fitto - viene assicurata in forme moderne che semplificheranno il rapporto dei cittadini con il fisco e, al contempo, daranno stabilità ai bilanci comunali“.

“Il decreto sul federalismo municipale rimette i Comuni in carreggiata, ponendo le basi per avere un quadro di risorse certo, costante e legato direttamente al territorio. Con questo provvedimento si entra in una fase nuova, fatta di responsabilità e autonomia. Il sistema dei Comuni dovrà fare un salto di qualità anche nelle relazioni interne visto che la differenza di gettito dei tributi legati agli immobili sul territorio sarà colmata dal fondo di riequilibrio che sarà ripartito in Conferenza Stato-Città ed Autonomie Locali“. Questo il commento dell’Associazione dei Comuni italiani all’approvazione, in Consiglio dei Ministri, del decreto sul federalismo municipale.

Lo schema di decreto legislativo verrà trasmesso alla Conferenza unificata per l’acquisizione dell’intesa e, successivamente, alla Commissione parlamentare per l’attuazione del federalismo fiscale ed alle altre Commissioni parlamentari competenti. L’entrata in vigore del provvedimento è prevista per l’inizio del prossimo anno.

Fonte: comunicato Consiglio dei Ministri

Source by Governo


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Federali... partenza
from: ladysilvia
by: Europe