Expo 2015. Moratti e Formigoni all’Assemblea Generale Bie presentano lo stato d’avanzamento del progetto

Mercoledì
07:24:54
Dicembre
03 2008

Expo 2015. Moratti e Formigoni all’Assemblea Generale Bie presentano lo stato d’avanzamento del progetto

Il Sindaco e il Presidente della Regione Formigoni hanno presentato lo stato di avanzamento dei lavori ai 154 delegati. Moratti: "Avviati 480 progetti concreti concreti con 90 nazioni". l’economista Attali plaude alla "grande sfida" e sigla con la sua PlaNet Finance un accordo per interventi di microcredito nei paesi in via di sviluppo

View 134.0K

word 455 read time 2 minutes, 16 Seconds

Parigi: Expo 2015 è partito, formalmente con la costituzione della Società di gestione, ma è partito soprattutto il suo grande progetto internazionale. "Milano, la Regione Lombardia, l’Italia sta già lavorando con 90 paesi stranieri interessati a sviluppare con noi iniziative concrete", così recita uno dei primi passi dell’intervento del Sindaco di Milano Letizia Moratti e del Presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, in occasione della 144ma sessione dell’Assemblea Generale del Bie che radunava oggi, al Palazzo delle Esposizioni di Parigi, i delegati delle 154 nazioni aderenti. Una relazione dello stato di avanzamento dei lavori che ha sottolineato la garanzia, da parte del Governo italiano, della copertura finanziaria, la nomina del Sindaco di Milano a Commissario straordinario, la formazione del consiglio di amministrazione della SpA che gestirà l’evento e la nomina del suo presidente, Diana Bracco.
Una fitta relazione di "passi concreti" e di "risultati fattivi" ha così caratterizzato il discorso del Sindaco che ha potuto contare anche sull’intervento dell’economista francese Jacques Attali , fondatore di PlaNet Finance. Attali è intervenuto nel corso della relazione dell’Expo 2015 e, a margine dell’Assemblea Bie, ha perfezionato insieme alla Moratti l’accordo tra Expo, Comune di Milano e PlaNet Finance per la realizzazione di progetti di microcredito nei paesi in via di sviluppo.
"È un lavoro che ha prodotto più di 480 progetti che svilupperemo nei prossimi sette anni - ha sottolineato il Sindaco Moratti al Bureau International des Expositions con presenti il presidente Jean Pierre Lafon e il Segretario generale Vincente Gonzales Loscertales - Sono interventi che interessano molteplici ambiti che vanno dall’alfabetizzazione alla sicurezza alimentare, dalla solidarietà alla cooperazione, dalle tecnologie agricole alla biodiversità e ancora la difesa del territorio dai rischi ambientali e dai cambiamenti climatici e tanto altro ancora".
Nel dettaglio, si tratta di progetti che interessano 20 nazioni europee, 24 africane, 17 asiatiche, 11 americane, 7 caraibiche e 6 dell’ Oceania.
"Il drammatico cambiamento dello scenario internazionale - ha detto il Sindaco di Milano - rendono ora i nostri sforzi e i nostri progetti tanto più urgenti e importanti per tanta gente e per noi. Vorrei allora condividere con voi un messaggio, una frase che mi sono sentita rivolgere dai nostri amici in Dakar nella mia ultima missione in Africa. È una frase che vorrei diventasse nostra e che è una sorta di "patto" per il 2015: Siano questi i cambiamenti che noi vogliamo vedere nel mondo".

Source by Moratti_e_Formigoni


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Expo 201... progetto